17/08/2014 Stadio "San Nicola" - II turno preliminare Tim Cup
BARI-SAVONA 2-1
I biancorossi passano il turno, ma con una prestazione non esaltante
Sabato prossimo c'e' Bari-Avellino
a cura di Tommaso Di Lernia
TUTTE LE FOTO DELLA SERATA - (Clicca sulla singola foto per ingrandirla)

     
     
     
     

  LA GARA:
  Tabellino e commento

BARI-SAVONA 2-1
BARI: Donnarumma 6, Sabelli 5,5, Rossini 5,5, Contini 5,5, Calderoni 6,5, Romizi 6,5, Sciaudone 5,5, Stoian 5,5 (dal 36' st Gammone sv), Galano 6,5, Joao Silva 5,5 (dal 22' st Salviato 6), De Luca 6,5. A disposizione: Guarna, Micai, Di Noia, Albadoro, Ligi, Filippini, Partipilo, Sall, Camporese, Castrovilli. Allenatore: Cozzi 6.
SAVONA: Pennesi 6, Marchetti 6, Speranza 6, Cabeccia 6, Marconi 6, Quintavalla 6,5, Demartis 6,5 (dal 24' st Verachi 6), Cerone 6, Sanna 6,5, Varone 6 (dal 1' st Carta 6,5), Spadafora 6,5. A disposizione: Gozzi, Galimberti, Cosentini, Sassari, Antonelli, Vittori, Gizzi, Bramati, Nucera. Allenatore: Di Napoli 6,5.
ARBITRO: Juan Luca Sacchi di Macerata 6,5.
RETI: al 5' pt Galano (B), 16' st Carta (S), 24' st De Luca (B).
AMMONITI: Sabelli, Romizi e De Luca (B); Spadafora, De Martis e Marconi (S).
ESPULSI: al 20' st Sabelli (B) fallo su Spadafora.
NOTE: Spettatori 11.424 per un incasso di € 64.875; serata fresca, campo in perfette condizioni; angoli 6-5 per il Bari.

BARI - Si ricomincia a fare sul serio. In un San Nicola non gremito come al solito a causa del periodo feriale e dell'avversario certamente non di grido (sebbene ci siano comunque piu' di diecimila unita'), il Bari fa il suo esordio stagionale battendo il Savona nel 2° turno della Tim Cup (per i piu' nostalgici, la vecchia Coppa Italia). E'bene sottolineare che la prestazione dei biancorossi non e' impeccabile. La difesa mostra diverse incertezze e il centrocampo non sempre e' in grado di organizzare e comandare il gioco al cospetto di un avversario invece molto determinato che fa soffrire i padroni di casa per lunghi tratti della gara.
Devis Mangia, non presente in panchina per una vecchia squalifica rimediata ai tempi di Palermo (al suo posto c'e' il vice Cozzi), non puo' contare sui "capitani" Caputo e Defendi. La prima sorpresa riguarda la porta: Donnarumma e' il titolare tra i pali a discapito di Guarna. La coppia difensiva biancorossa e' formata da Rossini e Contini, mentre a centrocampo i collaudatissimi Sciaudone e Romizi fanno da supporto al duo d'attacco costituito da Joao Silva De Luca; Galano e Stoian si suddividono i compiti di far impazzire la difesa avversaria partendo dagli esterni.
Nel Savona, mister Di Napoli non recupera gli acciaccati Antonelli e Galimberti e schiera la maggior parte della squadra che ha conquistato il passaggio di turno contro il Terracina; il modulo di gioco ligure, per motivi prudenziali, e' destinato ad alternarsi tra il solito 4-3-3 offensivo ed un piu' coperto 4-4-2 in fase difensiva.
L'inizio del Bari e' di quelli che non lasciano scampo all'avversario. E' il 5' quando Sciaudone interrompe un fraseggio avversario a centrocampo, si fa 25 metri palla al piede e appoggia sulla destra verso l'accorrente Galano che si aggiusta la palla, si gira e batte Pennesi incrociando col mancino sul palo opposto. Al 23' De Luca si accentra dalla sinistra e sulla sua conclusione ribattuta da Marconi si avventa Stoian che di piatto allarga troppo e manda sul fondo. Per i biancorossi si tratta di un vero e proprio monologo: 2' piu' tardi anche Romizi, dopo un'azione nata sull'asse Sciaudone-Galano, e' impreciso e manda la sfera lontana dai pali della porta ospite. Di Napoli cerca di mischiare le carte e sposta De Martis sulla destra. La sua squadra, complice una contestuale flessione del Bari, ne trae qualche beneficio e gia' al 27' si rende pericolosa con un velleitario pallonetto di Spadafora che tenta di scavalcare Donnarumma da centrocampo: l'estremo difensore barese blocca senza eccessivi problemi. Il Savona insiste e, poco dopo la mezzora, crea una ghiottissima palla-gol. Spadafora si ritrova nell'area piccola a per tu con il portiere di casa che pero' riesce a deviare il tap-in in corner con un tuffo felino sulla sua sinistra. La differenza tra le due squadre e' ora molto meno evidente sebbene al 39' i padroni di casa reclamino il rigore per un intervento in  area di Marchetti su Stoian che il signor Sacchi giudica regolare. Gli ultimi minuti della prima frazione sono densi di emozioni e il merito e' soprattutto dei gialloblu. Al 43' Contini deve salvare in angolo di testa e, sugli sviluppi del conseguente tiro dalla bandierina, Cerone sfiora il palo con un traversone a campanile che per poco non beffa Donnarumma. Proprio allo scadere Quintavalla approfitta di una collettiva disattenzione difensiva barese e si invola solitario verso la porta biancorossa: la conclusione e' un po' affrettata e il pallone scheggia la parte alta della traversa e termina fuori.
Il secondo tempo ricomincia con i liguri protesi in avanti alla ricerca del pareggio. Al 6' Sanna, da posizione defilata, impegna Donnarumma con un sinistro potente a mezza altezza e il numero 22 di casa deve superarsi in tuffo per evitare la capitolazione. L'1-1 sembra quasi cosa fatta al 10': Cerone apre sulla destra per De Martis che, appena dentro l'area, incrocia troppo e spedisce incredibilmente sul fondo. Poco dopo il quarto d'ora gli ospiti raccolgono il frutto del lungo pressing offensivo. Il nuovo entrato Carta raccoglie di testa un perfetto cross di Marchetti e nel cuore dell'area piccola anticipa tutti, si avvita e spedisce in gol. Le cose si complicano ulteriormente per i galletti quando Sabelli si fa espellere al 20' per doppia ammonizione dopo un intervento pericoloso su Spadafora, ma la squadra di Mangia ha gli attributi giusti per raccolgiere le forze e risollevarsi. Il Bari, punto nell'orgoglio, ricomincia a macinare gioco e al 23' colpisce un palo clamoroso con Sciaudone da posizione ravvicinata e, subito dopo, e' Romizi a costringere Pennesi all'intervento prodigioso. Sugli sviluppi del corner successivo di Galano, la palla finisce nei paraggi di De Luca che, da vero goleador, di spalle alla porta vola in cielo e in rovesciata spedisce nell'angolino alla sinistra dell'immobile estremo difensore ligure che puo' solo raccogliere il pallone dal fondo al sacco. Tripudio sugli spalti da parte dei tifosi biancorossi rimasti un po' attoniti dalla precedente supremazia territoriale per lunghi tratti del Savona. La gara si riaccende soprattutto dal punto di vista nervoso e proprio al 45' e' ancora De Luca a sfiorare la doppietta arrivando pero' in ritardo su un cross invitante di Galano. Dopo 3' di recupero e subito dopo l'ultima occasione capitata sui piedi di Calderoni che spara su Pennesi, l'arbitro pone fine alle ostilita' e decreta la prima vittoria stagionale e il passaggio del Bari al turno successivo della competizione. Sabato prossimo i biancorossi se la vedranno ancora al San Nicola contro l'Avellino che nel frattempo ha liquidato L'Unione Venezia con un perentorio 2-0. Si inizia col piede giusto, ma quanta fatica.

  LE INTERVISTE:
  La voce dei protagonisti

Allenatore in 2a del Bari: P. COZZI



Allenatore del Savona: A. DI NAPOLI


La punta del Bari: G. DE LUCA




Privacy e Cookie Policy
Testata Giornalistica: "Polis - 1 Notizie"
Reg. Trib. Bari n.1405 del 28/01/1999 - Direttore Responsabile: Dott. Martino Fumarola
Web hosting provider: Aruba S.p.A. - Loc. Palazzetto, 4 - 52011 Bibbiena (AR) - Aut. MiN. Comunicaz. n° 473
BARI © Riproduzione riservata - Soc. Editrice: Medialink s.r.l. (P. Iva: 05208740729 - Iscr. ROC n° 10670)