Bari-Spal: un’altra neopromossa di scena al San Nicola

La presentazione della gara Bari-Spal


Share
Tifosi Bari

Chiudere il girone di andata a 31 punti e rientrare nella zona play-off, cioè tra le prime 8 della classifica: è questo l’obbiettivo che si è posto Colantuono alla vigilia dell’ultima giornata del girone di andata. La lunga sosta di gennaio consentirà poi di apportare alla squadra tutte le modifiche che il tecnico riterrà opportune e che la società riterrà possibili.
Al San Nicola, dunque, sono di fronte Bari (28 punti) e Spal (35 punti), due tra le squadre dal miglior rendimento negli ultimi due mesi. Infatti, tenendo conto delle ultime 7 partite giocate (da quando cioè Colantuono è subentrato a Stellone sulla panchina biancorossa) la classifica parziale vede in testa Frosinone e Spal con 14 punti, alla media di 2 punti ogni 90’, seguiti da Bari, Carpi, Benevento e Cesena (con Camplone subentrato a Drago) con 12 e poi dai sorprendenti Novara e Vicenza con 11 punti.  Deludente è stata la marcia di Verona e Perugia (8 punti), Entella (7 con una partita in più) e Cittadella (appena 6).
La Spal è la terza neopromossa che si presenta sul terreno di gioco barese: alle altre 2, Cittadella e Benevento, è andata molto bene, considerato che hanno portato via i 3 punti.
La squadra emiliana si presenta su di giri, dopo aver letteralmente travolto la Ternana per 4-0, con tripletta di Zigoni, e “vendicando”  così l’imprevista battuta d’arresto subìta a Vercelli, battuta d’arresto che aveva interrotto una serie positiva di 7 partite, con 5 successi, di cui 2 in trasferta, a Novara e Cittadella, e 2 pareggi.
La squadra di Semplici è diventata una macchina da gol: ne ha realizzati ben 33, di cui 9 nelle ultime 4 partite. Meglio ha fatto solo il Verona, con 37 gol.
Capocannoniere della squadra è Antenucci con 7 reti segnate, seguito da Zigoni con 6. Va ricordato che questi due attaccanti sono stati autori entrambi di una tripletta, Antenucci contro l’Avellino a fine ottobre e Zigoni, figlio del centravanti della Juve degli anni ‘60, sabato scorso contro la Ternana. Hanno invece realizzato 3 gol Arini, Giani e Mora. Con 2 reti all’attivo seguono Bonifazi, Cremonesi, l’ex Schiattarella e Finotto (doppietta contro il Brescia per quest’ultimo) mentre hanno firmato 1 sola realizzazione Cerri e Pontisso. Sempre contro la Ternana gli emiliani hanno usufruito di un’autorete, autore Valjant.
La squadra emiliana, tornata in serie B dopo 24 anni, gioca prevalentemente con lo schema 3-5-2. Il centrocampo “rinforzato” potrà creare non pochi problemi ai biancorossi, che ancora una volta devono fare a meno di numerosi titolari infortunati. Ancora una volta l’undici di Colantuono dovrà fare affidamento alla difesa, diventata assai compatta con l’avvento del nuovo tecnico: Micai e compagni hanno infatti subìto nelle ultime 7 giornate solo 4 reti, mai più di 1 a partita.






About Peppino Accettura 146 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*