Bari: contro il Frosinone occorre una prova d’orgoglio e un pronto riscatto…

Presentazione della gara tra pugliesi e laziali



Tifosi del BariUna prova di orgoglio: questo si richiede al Bari (43 punti) impegnato contro la capolista Frosinone (53) a sette giorni di distanza dalla deludente prova di Chiavari. Quella subìta sul campo ligure è stata una sconfitta molto amara, non tanto per il risultato, ma sopratutto per il modo in cui è maturata.
I biancorossi, infatti, sono stati nettamente sovrastati dagli avversari e hanno mostrato di non poter reggere il confronto con una concorrente ai play-off. Se è stato solo un incidente di percorso i ragazzi di Colantuono devono dimostrarlo contro la squadra laziale.
Considerato il valore degli avversari, al Bari non si chiede la vittoria a tutti i costi, ma almeno una prestazione valida sul piano tecnico, un approccio alla gara degno di una formazione tra le migliori della serie cadetta, una prova di carattere.
Nonostante la presenza nella “rosa” di 23 giocatori e 3 portieri, Colantuono appare in seria difficoltà, a causa di infortuni e squalifiche,  per allestire una squadra capace di contrapporsi alla capolista che finora ha dimostrato di meritare ampiamente il ruolo che attualmente ricopre.
I numeri lo confermano: la squadra di Marino vanta il maggior numero di successi esterni (5 come Spal, Perugia, Verona e Carpi) e il minor numero di sconfitte fuori casa (4 come Spal e Perugia).
Sempre lontano dal “Matusa” i laziali hanno conquistato 20 punti in 15 partite subendo solo 14 reti. Complessivamente il Frosinone detiene il record stagionale delle vittorie (15 come il  Verona) e il minor numero di sconfitte (6) come il Perugia. Meglio  ha fatto solo la Spal con 5 insuccessi.
L’undici laziale ha iniziato in sordina: alla 7^ giornata, dopo la sconfitta a Verona, occupava l’11° posto, poi ha infilato una strabiliante serie positiva di 7 vittorie e 3 pareggi e alla 25^ giornata ha effettuato il sorpasso sulla ex -capolista Verona. Da gennaio il tecnico Marino può disporre di altri 7 giocatori  tra cui Maiello, proveniente dall’Empoli, Terranova, ex Sassuolo, Krajnc e Fiamozzi, prelevati rispettivamente da Sampdoria e Genoa, e Mokulu, già punta dell’Avellino. E’ evidente che in casa gialloblu si pensa già al prossimo campionato in serie A.
La difesa laziale ha incassato appena 2 gol nelle 8 giornate del girone di ritorno e può fare affidamento sulla migliore coppia-gol tra i  cadetti: Daniel Ciofani e Dionisi hanno realizzato 10 reti a testa, seguiti da Ariaudo, Kragl, Paganini e Soddimo (3 gol) e Cocco, ceduto al Cesena, Matteo Ciofani, Pryima, Russo, Sammarco e Terranova, tutti autori di 1 rete. Il centrocampo è uno dei punti di forza del Frosinone e Colantuono deve trovare la maniera di imbrigliare la manovra dei gialloblu, per riscattare le sconfitte subìte al “Matusa” e a Chiavari.
Nel girone di andata al “Matusa” il Bari incassò la prima sconfitta esterna della stagione. La gara, dominata dai laziali,  fu praticamente decisa  nel primo tempo da una doppietta di Dionisi; in apertura di ripresa  Sammarco arrotondò il punteggio e solo a un quarto d’ora dalla fine  Daprelà rese meno pesante la sconfitta.
La gara sarà diretta dal signor Federico La Penna, 34 anni, della sezione di Roma 1. In questa stagione ha arbitrato già 2 partite del Bari  nel girone di andata e sempre al San Nicola: sabato 29 ottobre  contro la Pro Vercelli (vittoria per 2-0 con gol di Maniero e Brienza) e la sera di giovedì 29 dicembre contro la Spal (pareggio per 1-1 maturato con 2 rigori trasformati da Antenucci e Maniero). Complessivamente ha diretto 13 gare  con i biancorossi e il bilancio è di 6 successi per il Bari, 3 pareggi e 4 sconfitte. L’arbitro romano é al 5° campionato di serie B: in 86 gare arbitrate 42 sono state le vittorie delle squadre di casa, contro 23 pareggi e 21 successi per le formazioni in trasferta. La Penna ha il cartellino giallo facile in quanto le  ammonizioni sanzionate ammontano addirittura a 443,  33 gli espulsi e 29 i rigori concessi.
Nelle precedenti 7 occasioni, i galletti hanno fatto botino pieno per 6 volte, l’ultima delle quali nel gennaio del 2015 quando un gol di De Luca, una doppietta di Ebagua e un’autorete dell’ex Zanon permisero alla squadra di mister Davide Nicola di ottenere un rotondo 4-0.
L’incontro sarà trasmesso  solo da Sky Sport sul canale Sky Calcio 1 HD (n. 251). Un’altra possibilità di visualizzazione sarà fornita anche agli abbonati al pacchetto Sky Calcio “diretta streaming” tramite l’applicazione Sky Go, disponibile per pc, tablet e smartphone. Fischio d’inizio alle ore 15 allo Stadio “San Nicola”.





About Peppino Accettura 311 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*