Galano: “Non posso giocare contro undici avversari! La contestazione dei tifosi…”

Il numero 11 ha parlato a margine della visita fatta dalla FC Bari ai bimbi del pediatrico Giovanni XXIII



Share
Cristian Galano
Cristian Galano

BARI – Nel pomeriggio una delegazione della Fc Bari, composta da Galano, Micai, Martinho e Moras, si è recata presso l’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII del capoluogo pugliese per incontrare genitori, medici, volontari e piccoli degenti della struttura sanitaria e fare loro gli auguri di buona Pasqua. Per regalare ulteriore gioia ai bimbi con altri pensierini, erano presenti anche i “Seguaci della Nord“, la fetta di tifoseria più passionale e capace di mostrarsi non solo attaccatissima ai colori biancorossi, ma anche molto sensibile ad appuntamenti di solidarietà come quello odierno.
A margine dell’iniziativa solidale, l’attaccante dei galletti Cristian Galano ha scambiato alcune battute con i giornalisti presenti. “E’ sempre molto piacevole partecipare a queste manifestazioni con così tanti bambini – ha esordito il numero undici foggiano – ed anche per noi questi sono momenti di festa che ti fanno sentire ancora più forte. Loro sono i tifosi migliori e vederli felici per la nostra presenza ci rende orgogliosi“.
Inevitabile che, subito dopo, il discorso virasse sul particolare momento che sta vivendo la squadra e sul confronto con la tifoseria avuto ieri dai giocatori e da mister Colantuono durante la seduta di allenamento. Una sorta di contestazione pacifica e civile che a volte può servire a ritrovare il bandolo della matassa. Allo stesso modo la pensa il mancino 26enne: “Questi momenti ci servono per capire cosa non va. Sappiamo che loro ci sono sempre vicini ed ora tocca a noi affrontare al meglio la prossima partita. In questo momento dobbiamo però stare tranquilli. Più ci sono pressioni e peggio è per noi. Secondo me, questa è una squadra che se mantiene la giusta serenità e fa le cose come sa fare, può tranquillamente raggiungere i playoff. Le qualità le abbiamo e lo avete visto“.
Nel congedarsi, Galano ha avuto modo di confermare la propria soddisfazione per aver messo a segno ben sei gol in 12 incontri con la maglia barese, un ottimo bilancio che però rischia di essere vanificato dai risultati non positivi della squadra: “Sono contento del mio bottino personale, ma alla fine non conta nulla. Io non posso giocare contro undici avversari. C’è bisogno dell’apporto di tutti. Speriamo di trascorrere una serena Pasqua, ma soprattutto che i tifosi trascorrano una bella Pasquetta“. L’allusione alla delicata gara di Carpi, in programma lunedì pomeriggio, è tutt’altro che velata.

[Dichiarazioni raccolte da Domenico Brandonisio; il video è pubblicato sulla nostra pagina Facebook]




About Redazione barinelpallone 585 Articoli
La redazione di barinelpallone è costituita da elementi che cercano ogni giorno di raccontare al meglio le vicende calcistiche di Bari e provincia.

2 Comments

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*