ECCELLENZA – La Team Altamura conquista la finale playoff e raggiunge il Bitonto, la Molfetta Sportiva retrocede in Promozione

I verdetti relativi alle gare di playoff e playout dove erano impegnate le squadre baresi


Share
La Team Altamura festeggia a fine gara e riceve il tributo dei suoi tifosi
La Team Altamura festeggia a fine gara e riceve il tributo dei suoi tifosi

Si sono giocati, tra ieri e oggi, la semifinale playoff e le gare dei playout del campionato di Eccellenza pugliese. Nel primo caso, la Team Altamura pareggia in casa per 2-2 contro il Casarano e, solo al termine dei tempi supplementari, conquista la finale. Ad aspettare i biancorossi di mister Panarelli domenica prossima c’è la corazzata Bitonto. Non riesce invece alla Molfetta Sportiva il miracolo di raggiungere la salvezza. Sul campo del Gallipoli, la formazione allenata da Mauro Lanza deve arrendersi ad una rete nella ripresa di Sansò e retrocede inevitabilmente in Promozione dopo essersi illusa vincendo contro il Novoli nell’ultima giornata di campionato. Analizziamo quanto successo ad Altamura oggi e a Gallipoli ieri.

TEAM ALTAMURA-CASARANO 2-2
Grazie ad una prova gagliarda, la Team Altamura pareggia sul proprio terreno contro il Casarano e conquista il diritto di giocarsi la finale playoff. La gara è davvero molto combattuta anche perché i salentini sono ben organizzati e sciorinano un gioco di qualità sebbene in avvio i padroni di casa si fanno vedere con un cross di Di Senso che però Puglia riesce a ribattere. Poco dopo, è proprio il centrocampista ospite raccoglie un suggerimento di Pignataro e impegna Montrone che devia in angolo. Al 20′ una punizione di Caputo sorvola di poco la traversa e, dopo una colossale palla gol fallita da Fernandez davanti a Casalino sull’assist di Morea, le serpi passano in vantaggio. A ridosso della mezz’ora, una potente punizione di Pignataro inganna Keita che nell’occasione non è impeccabile e il Casarano festeggia l’1-0. Per poco la squadra di mister Sportillo non trova subito il raddoppio con l’ex Novoli e ilprimo tempo non offre altre emozioni.
Dopo l’intervallo la Team si fa forza e trova il pareggio. Al’11’ Fernandez è atterrato da Signore e per l’arbitro ci sono gli estremi del rigore: dal dischetto è infallibile Umberto Del Core che spiazza Casalino. I biancorossi prendono coraggio e l’appena entrato Colluto deve salvare su un passaggio illuminante di Del Core che più tardi fallisce l’appuntamento col gol sul traversone dalla sinistra di Fernandez. Quando sembra che ormai i murgiani possano controllare il match, arriva al doccia fredda. I rossazzurri al 25′ mettono infatti la freccia quando Marretti di testa raccoglie il suggerimento di Colluto per battere nuovamente Keita. Il compito dei ragazzi guidati da Panarelli diventa arduo, ma proprio a pochi istanti dal triplice fischio, arriva il guizzo vincente. Sisalli manda incredibilmente alto da posizione favorevole, ma Montemurro dimostra dopo soli 4 minuti di saper fare meglio firmando di destro il gol del 2-2. Si va ai tempi supplementari e il Casarano sfiora ancora la rete colpendo incredibilmente per ben due volte la traversa con Pignataro prima e Quarta poi. Al triplice fischio del signor Frosi di Treviglio, al “Tonino D’angelo” è l’apoteosi. La Team Altamura raggiunge il Bitonto in finale e chi avrà la meglio dovrà affrontare le fasi nazionali per approdare finalmente in Serie D.

Tabellino
TEAM ALTAMURA-CASARANO 2-2 (dopo i tempi supplementari)
TEAM ALTAMURA: Keita (dal 49′ st Colaianni), Natale, Sisalli, Dibenedetto, Montrone, Montemurro (dal 9′ sts Cannito), Di Senso, Lede, Del Core, Fernandez (dal 49′ st Petruzzelli), Morea. A disposizione: Ostuni, Notaristefano, Tragni, Longhi. Allenatore: Panarelli.
CASARANO: M.Casalino, Signore, Tarsilla (dal 13′ st  Marretti), Zaminga, Stranieri, A. Casalino, Stringano (dal 13′ st Colluto), Puglia (dal 21′ st Quarta), Pignataro, D’Arcante, Caputo. A disposizione: Pastorelli, Leggieri, Portaccio, Iunco. Allenatore: Sportillo.
ARBITRO: sig. M.Frosi di Treviglio.
RETI: al 29′ pt Pignataro (C), al 12′ st rig. Del Core (TA), sl 25′ st Marretti (C), al 44′ st Montemurro (TA).
AMMONITI: Keita e Petruzzelli (TA); Signore, Stranieri e Quarta (C).
NOTE – recuperi: 1’pt, 3’st; 2’pts, 2’sts.

————————————–

GALLIPOLI-MOLFETTA SPORTIVA 1-0
Termina male invece il campionato del Molfetta Sportiva che nei playout non riesce a superare l’ostacolo Gallipoli e retrocede mestamente nel campionato di Promozione. Al “Bianco” sono i giallorossi di casa a trionfare grazie ad una rete nel secondo tempo che permette loro di evitare i tempi supplementari sebbene i salentini avessero il grosso vantaggio di chiudere in parità anche l’extra time alla luce del piazzamento in campionato che li favoriva.
La partita comincia in sordina anche a causa della sua importanza e la prima palla gol è di marca ospite: Senè serve Pasquadibisceglie che calcia senza pensarci due volte, ma la palla termina alta. I baresi insistono anche perché hanno l’esigenza di vincere per salvare la pelle e al 37′ Cornacchia salva con la testa su una conclusione al volo di Gissi. Prima del riposo, il Gallipoli si fa vedere grazie ad un’iniziativa personale di Mingiano e Savut deve fare gli straordinari per sventare il destro dell’attaccante.
Nel secondo tempo la musica cambia e già dopo un minuto, con una travolgente azione sulla corsia destra di Franco, la squadra di mister Villa dimostra di essersi scrollata di dosso la paura di non farcela. I baresi sembrano accusare un calo anche fisico e la girata imprecisa di Grazioso al 7’è forse è l’ultima vera palla gol costruita dai biancorossi. Al quarto d’ora, un cross di Casole mette Sansò nelle condizioni di colpire di testa, ma il portiere avversario è bravo ad intervenire e, sulla sua ribattuta, Legari non riesce a fare centro. Dopo un diagonale non eccessivamente pericoloso di Casole, il Gallipoli trova la rete della vittoria. L’appena entrato Iurato conquista una punizione al limite dell’area: la battuta di Legari è deviata dalla barriera, ma sulla sfera si avventa il giovane Sansò che di testa deposita in fondo al sacco facendo esplodere l’entusiasmo dei propri tifosi. Il Molfetta è ormai alle corde e non trova il modo di reagire. Anzi, è il suo portiere a salvarlo dal raddoppio quando ci mette una pezza sui tentativi di Legari e Iurato. Dopo 4 minuti di recupero, il triplice fischio del direttore di gara decreta la fine dei sogni della squadra di mister Lanza.

Tabellino
GALLIPOLI-MOLFETTA SPORTIVA 1-0
GALLIPOLI: Passaseo, Fasiello, Portaccio (dal 1′ st Casole), Franco (dal 29′ st Bruno), Cornacchia, Greco, Botrugno, Sansò, Mingiano, Legari, De Giorgi (dal 29′ st Iurato). A disposizione: Colapietro, Scorrano, Levanto, Casale. Allenatore: Villa.
MOLFETTA SPORTIVA: Savut, D’Angelo, Triozzi (dal 33′ st Loseto), Lamatrice, Grazioso, Amoruso, Gissi, Pasquadibisceglie, Senè (dal 17′ st Sallustio), Stefanini, Visconti. A disposizione: Iurlo, Pagano, Albanese, Calisi, Erminio. Allenatore: Lanza.
ARBITRO: sig. A.Caciotti di Albano Laziale.
RETE: al 31′ st Sansò (G).
AMMONITI: Fasiello, Sansò e Legari (G); Triozzi, Pasquadibisceglie, Amoruso e Grazioso (M).
NOTE: recuperi: 0’pt, 4’st.






About Tommaso Di Lernia 246 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*