Monopoli, gioia e sorriso: è ancora Lega Pro! Sofferto 0-0 in 10 uomini contro l’Akragas (FOTO)

Prima il rigore fallito da Genchi, poi l'espulsione di Ricucci e l'orgoglio dei siciliani. Ma il gabbiano ha saputo soffrire



Monopoli-Akragas, i tifosi biancoverdi ad inizio gara
Monopoli-Akragas, i tifosi biancoverdi ad inizio gara

MONOPOLI (BA) – Salvezza diretta doveva essere e salvezza diretta è stata. Tra gli applausi del pubblico e con qualche sofferenza più del dovuto. Il Monopoli brinda cosi alla sua seconda permanenza consecutiva in Lega Pro e tra i professionisti. La gara di oggi, una vera e propria altalena di emozioni in tutti i sensi, è stata in un certo senso la fotografia della stagione: avvio pimpante, preoccupante smarrimento, quindi la reazione finale e la resistenza. Mastica amaro Genchi per il penalty sbagliato, cosi come Ricucci per la clamorosa espulsione rimediata. Ma la formazione allenata da Zanin è stata più forte di tutto e tutti. L’anno prossimo si ripartirà con motivazioni ed entusiasmo rinnovati.

Monopoli-Akragas, i tifosi biancoverdi ad inizio gara
Monopoli-Akragas, i tifosi biancoverdi ad inizio gara

FORMAZIONI
Tutto come nelle previsioni in casa Monopoli. Mister Zanin schiera i suoi col 4-3-3: due le novità rispetto al Matera. Fuori Franco e Mavretic, dentro Sounas e Ricucci. Attacco con Genchi, Pinto e Montini. L’Akragas di mister Di Napoli, invece, presenta solo una novità a centrocampo: Leveque vince il ballottaggio con Russo. Tante le assenze, ma in attacco giocano Salvemini e Cocuzza, difesa con Mileto, Riggio e Cazè. Stadio gremito di tifosi biancoverdi, solo 4 invece i tifosi provenienti da Agrigento.

Monopoli-Akragas, le squadre a centrocampo prima della gara
Monopoli-Akragas, le squadre a centrocampo prima della gara

PRIMO TEMPO
Avvio pimpante e promettente per il Monopoli, che dopo dieci minuti già potrebbe passare in vantaggio. Calcio di rigore assegnato per un fallo in area di Mileto, ma Genchi dal dischetto non ne approfitta e calcia il pallone clamorosamente sulla traversa. La formazione biancoverde continua ad attaccare con insistenza, l’Akragas almeno sino alla mezz’ora subisce  le iniziative dei padroni di casa e si fa viva soltanto con una sgroppata di 20 metri di Coppola (27′). Ancora Genchi manda il pallone sull’esterno della rete (14′) e spara poi alto (18′), ribattuto quindi il tiro di Montini. Al 35′ Sounas ci prova con un tiro alto ed angolato, al 40′ il tiro in diagonale e rasoterra di Ricucci finisce fuori di un niente. Ma è proprio il centrocampista foggiano, poco dopo, a macchiarsi del peccato originale: espulsione per fallo spropositato ai danni di Sepe e biancoverdi in 10. L’Akragas prende coraggio e, con l’uomo in più, mette i brividi. Una punizione di Coppola al 43′ è respinta coi pugni da Furlan, che nulla può su una sua successiva conclusione comunque annullata per fuorigioco. Al 46′ in pieno recupero, Mercadante perde un pallone pericoloso: centrocampo e difesa vengono in soccorso dello scoperto Furlan. Salvataggio quasi sulla linea sul tentativo dei siciliani con Leveque.

SECONDO TEMPO
I siciliani riprendono il discorso da dove lo avevano interrotto. Forti problemi per il Monopoli sulla conclusione di Salvemini (7′) e sul tentativo di Coppola respinto da Furlan (14′). Sussulto biancoverde al 17′ con lo scambio Carissoni-Montini, insidiosa al 29′ la punizione di Pinto dal limite dell’area. Brividi al 24′ sul tentativo sempre da calcio piazzato di Salvemini, cosi come al 43′ per l’ennesimo tentativo dell’Akragas con Longo. Il gabbiano ha il merito di soffrire e resistere, Zanin con l’ingresso in campo di Balestrero al posto di Carissoni alza il baricentro per subire meno la pressione ospite. E vi riesce, seppur con qualche affanno di troppo. Ghiotta occasione sciupata da Pinto al 38′ davanti a Pane in piena area, ma nulla viene compromesso fino al termine. Si può festeggiare.

Monopoli-Akragas, gli abbracci tra i giocatori biancoverdi a fine gara
Monopoli-Akragas, gli abbracci tra i giocatori biancoverdi a fine gara

Tabellino
Stadio ‘Vito Simone Veneziani’ – Monopoli (BA)
MONOPOLI-AKRAGAS 0-0
MONOPOLI (4-3-3): Furlan; Carissoni (28’st Balestrero), Esposito, Bacchetti, Mercadante; Ricucci, Nicolini, Sounas; Montini (43’st Gatto), Genchi (14’st Bei), Pinto. A disposizione: Pellegrino, Figliola, Ferrara, Vuthaj, Mavretic, Franco, Parker, Padalino, Cavagna. Allenatore: Zanin.
AKRAGAS (3-5-2): Pane; Mileto (26’st Russo), Riggio, Cazè Da Silva; Sepe, Longo, Bramati (42’st Petrucci), Coppola, Leveque; Salvemini, Cocuzza. A disposizione: Addario, Amella, Tardo, Rotulo, Caternicchia, Minacori, Blandina, Sicurella. Allenatore: Di Napoli.
ARBITRO: sig. D.Viotti di Tivoli.
AMMONITI: 10’pt Mileto (A), 6’st Furlan (M), 30’st Sounas (M), 34’st Bramati (A), 40’st Bei (M),48’st Salvemini (A)
ESPULSI: 41’pt Ricucci (M).
NOTE: cielo sereno e campo in buone condizioni; spettatori: circa 3.000; angoli 5-3 per il Monopoli; recuperi: 2’pt e 4’st.

lega_pro CAMPIONATO
DI LEGA PRO
Girone C

38a GIORNATA
lega_pro
RISULTATI
Casertana 0 – 0 Catania
Cosenza 2 – 2 Foggia
Juve Stabia 1 – 0 Taranto FC 1927
Lecce 1 – 1 F.Andria 1928
Melfi 0 – 3 Matera C.
Monopoli 0 – 0 Akragas
Reggina 1914 4 – 3 Paganese
Siracusa C. 0 – 1 V.Francavilla C.
Unicusano Fondi C. 2 – 1 Catanzaro
Vibonese C. 0 – 0 Messina
CLASSIFICA
Foggia 85
Lecce 74
Matera C. 65
Juve Stabia 64
V.Francavilla C. 57
Siracusa C. 57
Cosenza 55
Paganese (-1) 50
Casertana (-2) 49
Unicusano Fondi C. (-1) 49
Catania (-7) 47
F.Andria 1928 47
Reggina 1914 45
Messina (-2) 44
Monopoli 42
Akragas 39
Vibonese C. 39
Catanzaro 38
Melfi (-1) 34
Taranto FC 1927 30





About Domenico Brandonisio 2279 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*