La Spal e quella curva intitolata al barese Campione. Il ricordo dell’ex Soda a BNP: “Mi considerava un fratello maggiore. Aveva grande talento”

Il capoluogo pugliese ed il tifo estense uniti nel nome dell'ex attaccante barese





Share
La Curva Campione dello stadio di Ferrara. E' il cuore del tifo della Spal
La Curva Campione dello stadio di Ferrara. E’ il cuore del tifo della Spal

C’è un forte legame che lega la Spal, società neo promossa in Serie A, alla città di Bari ed ai baresi. In particolare ad un atleta, Giuseppe Campione. Giovane e promettente attaccante classe 1973, mori il 14 settembre 1994 a causa di un incidente stradale all’età di 21 anni. Nato nel quartiere Carbonara (zona sud del capoluogo pugliese), era stato appena ingaggiato dalla formazione estense (2 presenze). In precedenza aveva indossato le maglie di Bologna (40 presenze e 3 gol, aveva anche esordito nella massima serie a soli 15 anni) e Lodigiani (17 presenze e 6 gol). Neppure una presenza con la maglia dei galletti.

In memoria della tragedia occorsa in quella triste giornata settembrina, la curva del tifo estense venne a lui intitolata. E tra i suoi compagni di squadra, in quella stagione, c’era l’ex Bari Antonio Soda. Che lo ricorda brevemente cosi ai nostri microfoni: “Eravamo molto amici, io da lui ero considerato un fratello maggiore. C’ero durante il suo incidente e tutto fu molto triste. Una fatalità. Era molto forte, aveva certe qualità ed era molto considerato. Veniva dal Bologna e stava facendo bene anche a Ferrara”.




About Domenico Brandonisio 650 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*