Masi: «Ho grandissima voglia di mettermi in gioco, Bari mi affascina e Grosso ci darà la mentalità vincente. Spero di fare anche gol…»

L'aitante difensore centrale ha tenuto la sua prima conferenza stampa in biancorosso

Share
Alberto Masi
Alberto Masi

Per Alberto Masi la prossima sarà davvero una stagione importante. Giocare con una maglia “pesante” come quella barese non è da tutti e alla sua prima conferenza stampa, diffusa sui canali ufficiali del sodalizio pugliese, riconosce senza mezzi termini di aver dato inizio ad un’avventura impegnativa: «Quella che mi è stata data è un’opportunità importante che non mi aspettavo perché Bari è una grossa piazza. Sono convinto di poter fare bene ed insieme alla squadra vogliamo raggiungere obiettivi importanti».
Il suo recente passato non gli ha riservato grosse soddisfazioni e a chi gli fa notare i diversi ultimi infortuni che lo hanno bersagliato e la poca continuità con cui è sceso in campo, il difensore genovese ha risposto con molta onestà: «E’ vero, le mie ultime due annate sono state difficili e travagliate. Nella prima ho giocato tanto nel girone d’andata, ma poi sono stato messo fuori rosa e non so ancora ora quale fosse il motivo. L’anno scorso ho avuto invece dei problemini fisici. Ho grandissima voglia di mettermi in gioco e sono qui per mettermi a disposizione del mister e dei compagni che mi hanno accolto molto bene».
Nella sua precedente squadra, la Ternana, il 24enne ha avuto modo di conoscere bene Di Noia che ora ritrova in Puglia e che, in tempi non sospetti, gli ha descritto alla perfezione la sua nuova attuale realtà. «Essendo la sua terra – conferma Masi – già dall’anno scorso Giovanni non ha fatto altro che parlarmi di Bari, facendolo in termini molto positivi. E’ una città che mi piace e che mi affascina molto. Mi è capitato parecchie volte di giocare qui con altre maglie o di assistere a delle partite dei galletti in televisione. Ricordo soprattutto l’anno del fallimento e quei play off disputati davanti a tanta gente. Vorrei che tali situazioni si possano ripetere anche in futuro».
Si è legato ai biancorossi con un accordo annuale e, a tal proposito, l’ex canterano della Sampdoria ha fatto alcune precisazioni importanti: «E’ stata una formula studiata insieme al direttore. Ho voglia di rimettermi in gioco e anche la società ha voluto scommettere su di me. Quando si è reduci da due stagioni difficili, non è facile strappare contratti pluriennali. Se il Bari dovesse essere contento del mio rendimento, mi riconoscerà dei bonus e potremo mettere mano al contratto».
Quanto all’impressione suscitata da Fabio Grosso in questi pochi giorni di ritiro, le parole non possono che essere positive: «Il mister ha vinto tanto da giocatore e penso che possa darci la giusta mentalità vincente. La squadra è composta da ottimi elementi e abbiamo cominciato a lavorare in questi giorni anche sul piano tattico. L’impatto è stato molto positivo e spero si possa continuare su questa strada».
Il discorso si concentra quindi sul reparto arretrato e sulle prime disposizioni impartite dal tecnico: «La difesa è un reparto fondamentale e sappiamo che dobbiamo subire meno gol possibili per raggiungere degli ottimi risultati. Oltre a coprire bene, Grosso chiede a noi difensori di essere sempre propositivi in fase di impostazione dell’azione. Non tutti gli allenatori chiedono questo anche se tutte le squadre, in occasione di punizioni e calci d’angolo, provano a sfruttare i centimetri dei difensori. Personalmente mi piace provare a fare gol e nel 2013 con la Ternana ho anche segnato 4 reti. Avrei potuto anche segnarne 7 o 8 perché quell’anno andava dentro ogni volta che la toccavo. Speriamo di essere anche più prolifico con la maglia del Bari».
In chiusura, Masi si congeda facendo i complimenti anche a Capradossi, Moras e Tonucci: «Con i miei compagni di reparto mi sto trovando molto bene anche se non li conoscevo personalmente. Mi hanno fatto una grandissima impressione ed è normale che in una squadra composta da ottimi giocatori ci sia una sana concorrenza».




About Tommaso Di Lernia 103 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*