Giammarioli (ds Cremonese) a Bari nel Pallone: “Pronti per domani. Galano? Merita palcoscenici importanti. Bari tra le protagoniste della B, noi puntiamo a salvarci”

Le parole del dirigente grigiorosso al nostro portale. Conosce Galano sin dai tempi del Gubbio

Share

Si avvicina il confronto di domani al ‘San Nicola’ tra Bari e Cremonese. Come si preparano i grigiorossi a questo importante appuntamento? La nostra redazione lo ha chiesto a Stefano Giammarioli, attuale direttore sportivo del club lombardo che, ai tempi del Gubbio, ha avuto modo di conoscere da vicino anche Cristian Galano.

Buonasera direttore. Dopo diversi anni in Lega Pro, la Cremonese torna ad assaporare il calcio che conta. Dopo Chiavari, imbattersi in uno stadio come il ‘San Nicola’ non è affatto male. Che gara si aspetta domani sera?
“Sarà una bella partita, affascinante direi. Dopo aver superato l’Entella andiamo a confrontarci contro una delle realtà più belle del panorama calcistico italiano. Bari è una delle piazze più belle in circolazione, ha una squadra importante ed uno stadio bellissimo. Ha anche una società seria. Domani ci sono tutte le premesse necessarie per divertirsi”.

Quali, a suo giudizio, possono essere gli obiettivi di Bari e Cremonese nel prossimo campionato?

“Il Bari sicuramente sarà una delle protagonisti del prossimo torneo, è una formazione importante. La Cremonese, dal canto suo, ha mantenuto in blocco diversi dei giocatori che già c’erano l’anno scorso. Si è rinforzata con elementi che, credo, sono abbastanza conosciuti anche in B. Puntiamo a fare una salvezza tranquilla, quest’anno in particolare cerchiamo di consolidare le nostre idee. L’anno prossimo si vedrà se andare oltre”.

Nella Cremonese ci sono tanti ex Bari: Macek, Castrovilli, Salviato, Claiton Dos Santos e Porcari. Loro come stanno vivendo questa vigilia?
“I ragazzi sono emozionati e motivati, hanno sempre parlato benissimo di Bari. Sono stati onorati di aver vestito la casacca biancorossa, tutti parlano del club pugliese con grande ammirazione. Quella di domani, naturalmente, sarà una giornata importante anche per loro. Ma dopo essere scesi in campo conterà soltanto vincere”.

Un commento su quanto fatto la scorsa stagione è però doveroso. Che rimonta nel duello contro l’Alessandria!

“La vittoria del campionato credo sia dipesa molto dalla gestione del gruppo, ha fatto la differenza. Assieme alla proprietà abbiamo creato un ambiente unito, Cremona aspettava questo traguardo da anni. L’Alessandria, comunque, è una squadra forte e di prima fascia. Dalla sofferenza si è poi passati ad un momento di gioia molto importante”.

La sfida a distanza coi grigi, tuttavia, si rinnova. Il Bari ha preso da poco Iocolano…
“A proposito di Iocolano, posso dire che lo volevamo anche noi. Poi il giocatore aveva preferito l’Alessandria. E’ sicuramente un talento che va protetto, un giocatore importante e con personalità. Ne ho parlato spesso anche col nostro mister. Nel Bari, comunque, non sottovaluterei affatto neppure Cristian Galano: esordì con me in prima squadra a Gubbio, riuscì a vincere da protagonista un campionato di Lega Pro e fu promosso in B. Credo che abbia fatto poco per le qualità che ha, è un giocatore che potrebbe tranquillamente giocare in Serie A. Resta comunque uno dei giocatori più importanti della cadetteria, cosi come Brienza che è un talento”.




About Domenico Brandonisio 843 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*