Bari, ancora un cambio di modulo. Ma se il 3-4-3 fosse la soluzione giusta?

Nel confronto contro l'Avellino la squadra biancorossa, nonostante il gol subito, è sembrata più corta e compatta



Share

Altra formazione diversa, altro modulo. A mister Fabio Grosso piace cambiare: prove e controprove necessarie per dare al Bari una giusta e definitiva quadratura. I risultati, almeno in casa, non si stanno comunque facendo attendere. Quattro vittorie su cinque, per il resto, non sono cosa da poco. I galletti ci hanno creduto fino in fondo. E l’Avellino, nonostante la sconfitta, si è dimostrato un avversario di buon livello.

PREMESSE – I tre punti ottenuti ieri evidenziano la forza del gruppo. I galletti hanno avuto la meglio sugli irpini grazie ad una buona dose di coraggio e caparbietà. Non è una cosa da poco, soprattutto se si considerano le assenze di pedine come Basha e Gyomber, in grado di fare la differenza in positivo. E’ andata bene la difesa, tanto nei singoli come nella fase stessa ed al netto del gol subito: Morleo ha ben sopperito alle mancanze sulla fascia sinistra, Cassani ha risposto presente nel momento del bisogno garantendo copertura. Non stupiscano, pertanto, i complimenti che ha riservato loro nel dopo partita mister Grosso. Il resto, poi, lo hanno fatto Improta (6 reti in 8 gare, record personale ad un passo, mai così bene come media realizzativa) ed il ritrovato Galano, ora anche rigorista.

NUOVO MODULO – In principio fu il 4-3-3, poi il 3-5-2. Nel primo schema ne ha spesso risentito  la fase difensiva , nel secondo quella offensiva. Quindi spazio al 3-4-3: il Bari ieri ha cambiato nuovamente pelle, ma questa nuova versione pare più convincente ed equilibrata delle precedenti. Perchè? La squadra biancorossa è parsa più solida e compatta, più capace ad offendere e coprire in maniera efficace, soprattutto nel secondo tempo. Consentendo, inoltre, ad alcuni interpreti, di rientrare od avanzare con più facilità, leggendo meglio le fasi del match. Un aspetto, quest’ultimo, che nelle uscite precedenti si è notato meno. Che sia una definitiva chiave di svolta per il futuro? Perchè no…






About Domenico Brandonisio 1294 Articoli

Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*