Varini (ds Pro Vercelli) a BNP: “Ci siamo ripresi bene, Bari tra le più forti della B. Raicevic? Fisicamente sta bene, spero che…”

Cosi il direttore sportivo dei bianchi al nostro portale

Share

La Pro Vercelli c’è. Le ultime due cinquine rifilate a Perugia e Cesena fanno ben sperare in vista dell’immediato futuro. Ne è convinto Massimo Varini, direttore sportivo dei piemontesi intervistato dalla nostra redazione: “E’ una cosa molto strana, la prendiamo naturalmente in positivo. Ci siamo ripresi bene, rispetto alla gara col Cesena posso anche dire che contro il Perugia siamo migliorati sotto l’aspetto della prestazione. Siamo stati molto più squadra, con meno errori in difesa. Detto ciò, ritengo che abbiamo iniziato a comportarci discretamente bene a partire dalla sfida contro il Brescia della 4^ giornata. Ma anche quando abbiamo perso, ad esempio, a Palermo, abbiamo fatto una buona partita. La nostra crescita mi sembra graduale”.

Sabato contro il Bari bisognerà aspettarsi una sfida ostica: “Sarà una gara difficile, i pugliesi sono tra i più forti del campionato. La rosa a disposizione dei galletti è ampia ed abbondante, con giocatori di categoria superiore. Speriamo di poter portare a casa almeno un punto. Improta? E’ un giocatore di grandissimo livello, ha avuto momenti difficili ed è stato anche sfortunato. Ha grande corsa e struttura, è bravo. Non mi stupisco per niente”.

Belle le parole spese su Raicevic: “Si sta ambientando bene, è un ottimo ragazzo. Ha grande voglia di fare, deve però diventare più cattivo sotto porta. E’ importante per forza e struttura, non gli mancano le qualità tecniche. Il Bari su di lui ha fatto un investimento importante, noi dal canto nostro siamo contenti di aver concluso in estate questa operazione. E spero che tutto ritorni ai pugliesi in modo adeguato. Sin ora ha segnato solo col Cesena, ma anche contro il Perugia si è ben distinto. Fisicamente sta bene”.

Si passa poi a Grassadonia: “Noi abbiamo cambiato tanto, più di mezza squadra su 24 elementi. Gianluca è arrivato ed ha imparato in fretta a conoscere tutto e tutti, non è facile quando si approda da una categoria diversa. Ritrovarsi con 2 punti dopo 6 giornate non è mai bello ed è difficile per chiunque, in questi casi, mantenere la calma. Noi lo abbiamo aspettato. I miglioramenti sul piano del gioco non sono mancati, il gruppo lo segue”.

Battuta finale su Grosso: “Ha una storia personale importante, calcisticamente è però cresciuto nelle categorie inferiori, si è fatto le ossa partendo dal basso ed è diventato grande. Sino a vincere i mondiali. Uno così la personalità non può non averla, lavorare per un club stimolante come il Bari deve essere importante. Sta iniziando a raccogliere pian piano i risultati che merita”.





About Domenico Brandonisio 1061 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*