Dopo la Ternana, ecco il Bari: la rinascita di Diakitè prosegue in Serie B. Con Sarri il debutto tra i professionisti

Altro ex laziale dopo Kozak. Dopo la felice parentesi con Liverani, il difensore francese cerca continuità per rilanciarsi tra i grandi

Share

Riparte dal Bari la carriera calcistica di Modibo Diakitè, difensore francese classe 1987. Potrà essere concretamente a disposizione di mister Grosso soltanto a partire dal mese di gennaio: al momento non c’è spazio, com’è noto, per ulteriori posti nella lista over.

TERNI FELIX – Con sé Diakitè porta sicuramente una bella dose d’esperienza ed una statura imponente (1,92 m). Nasce come difensore centrale, ma all’occorrenza può essere impiegato anche come terzino destro. E’ molto abile nel gioco aereo, in fase di disimpegno bada molto alla sostanza. Tutti lo conoscono per i suoi trascorsi alla Lazio (65 presenze dal 2006 al 2013, 19 delle quali nel 2009/10 e 25 nel 2011/12), ma degno di nota è anche il finale della passata stagione con la Ternana: non trova spazio con Gautieri, ma con Liverani diventa un pilastro difensivo a suon di prestazioni convincenti. La miracolosa salvezza delle fere passa anche dalle sue giocate (15 presenze). L’addio del tecnico a fine stagione, tuttavia, ne impedisce la riconferma da parte di Pochesci e della nuova proprietà Unicusano.

FU LANCIATO DA SARRI – La sua carriera – eccezion fatta per le parentesi con Sunderland (vi arriva con Di Canio allenatore) e Deportivo La Coruna – parla rigorosamente italiano. Gli inizi sono nelle giovanili della Sampdoria e del Pescara. Ed il suo esordio in cadetteria  a soli 19 anni (2005/06) avviene con un certo Maurizio Sarri, attuale tecnico del Napoli che, ai tempi, condusse gli abruzzesi verso una salvezza tranquilla. Proprio in biancazzurro, poi, conosce Gautieri, il futuro biancorosso Carozza e soprattutto Daniel Ciofani (che ritroverà 10 anni dopo in A col Frosinone, 18 presenze).

PRIMO ACQUISTO DI GENNAIO – Sarà lui il vero primo acquisto e valore aggiunto di gennaio del Bari? Dopo Kozak, ecco dunque un altro ex laziale che tenta il rilancio tra i grandi. Il ceco sta recuperando la giusta condizione fisica, per il secondo come già detto sopra bisognerà attendere almeno un paio di mesi. Se entrambi tornano ai loro massimi livelli, in Serie B potranno fare la differenza.





About Domenico Brandonisio 1061 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

1 Comment

  1. Questo sì è un grande acquisto grazie al fiuto magico di Sogliano,mi dispiace che non possa dare il suo contributo alla causa per il tesseramento degli over 23,in questo momento uno come lui insieme a Gyomber formerebbero la coppia di centrali più forti della B sia a livello di prestanza fisica che in altezza(,due colossi da 1,93),a questo punto se si poteva tagliare Tonucci il gioco sarebbe fatto
    …però aspettiamo.Quindi via Tonucci o Cassani e tutto magicamente risolto.Bella questa formazione:Micai,Fiamozzi, Diakite’,Gyomber, Morleo,Basha, Tello,Improta,Galano,Kozak,Floro Flores.Come vedete un 4-2- molto offensivo da far girare la testa alle difese avversarie.Con gente in panchina come Cisse’, Nene’,Marrone, Petriccione,Busellato,S’alzano,Scalera,Capradossi,Iocolano siamo a posto.La Bari siamo noi!Dale Bari!E prepariamo alla maxi invasione di Vercelli e soprattutto ai 15.000 tifosi che partiranno da tutta Italia per i sedicesimi di finale di coppa contro il Sassuolo andiamo a dettare legge in Emilia,iniziamo a fare i biglietti vi voglio in tantissimi dobbiamo superare i 10.000 di Roma-Bari di serie A.Mi raccomando andiamo a comandare e diamo una dimostrazione di forza di quello che siamo capaci!Forza Bari!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*