Il Bari torna a giocare al “San Nicola”: occasione da non perdere contro un Ascoli da non sottovalutare…

La presentazione della gara tra pugliesi e marchigiani


Tifosi del BariE’ bastata la sconfitta di Brescia per far retrocedere il Bari dal 3° al 7° posto di una classifica che si presenta  ancora decisamente corta. Il calendario, comunque, regala alla squadra biancorossa (16 punti) la possibilità di riguadagnare la zona più alta assegnandole un turno casalingo contro l’Ascoli (13 punti).  La squadra di Grosso, si sa, sul terreno del “San Nicola” è irresistibile, avendo conquistato 15 dei 18 punti disponibili,  ma l’Ascoli si presenta come avversario impegnativo, perché è in serie positiva da 6  giornate. E’ il periodo più lungo finora di imbattibilità, uguagliato dalla Cremonese. E’ evidente che il Bari non può concedersi battute d’arresto in casa, considerato il rendimento da retrocessione in trasferta (1 punto in 5 partite). Il tecnico biancorosso appare orientato ad apportare sostanziali variazioni  rispetto  agli undici schierati lunedì sera a Brescia, anche sul piano tattico, in considerazione degli uomini a disposizione. E’ importante che il Bari non perda terreno nei confronti delle altre big in questa prima fase del campionato, nella quale il ritmo di marcia è sorprendentemente basso. La squadra biancorossa finora ha conquistato meno di 1 punto e mezzo a partita, ma le prime tre della classifica non hanno fatto molto meglio, considerato che marciano ad un ritmo che va da 1,8 a 1,6 punti ogni 90 minuti.   

Sulla panchina dell’Ascoli siedono due allenatori, Fulvio Fiorin e Enzo Maresca. Hanno preso il posto di Aglietti che nel campionato scorso condusse la squadra bianconera ad una salvezza piuttosto sofferta, concludendo la stagione al 16° posto con 49 punti. In estate, la scelta della società cadde su Enzo Maresca, ex centrocampista di Juventus. Fiorentina e, tra l’altro, Siviglia, Malaga e Olympiakos, il quale aveva appena dato l’addio al calcio giocato. Ma Maresca non possedeva il titolo per allenare in A e B ed è stato necessario affiancargli Fulvio Fiorin, in possesso del patentino di 1^ categoria (come è accaduto a Bari con Alberti-Zavattieri). La nuova guida tecnica ha rinnovato notevolmente la squadra: sono andati via  il difensore Almici, i centrocampisti Cassata e Giorgi e soprattutto gli attaccanti Orsolini, Cacia e Gatti.  I sostituti non sono certamente giocatori “di grido”: Baldini e Castellano dalla Pro Vercelli, Rosseti dal Lugano, Buzzegoli dal Benevento, D’Urso dal Carpi e infine dal Pisa Lores Varela, che fece un’apparizione (8 presenze) fugace nel Bari nei primi mesi del 2014, proveniente dal Palermo. Sono 7 i marcatori bianconeri: Favilli ha  realizzato 4 gol, di cui 1 rigore, seguono poi Carpani, l’uruguaiano Lores Varela e Rosseti (1 rig.), autori di 2 reti ciascuno, e infine chiudono  Baldini, D’Urso e Santini, che hanno firmato 1 sola realizzazione a testa.

La serie di incontri in Puglia tra Bari e Ascoli è cominciata in serie C negli anni ’60: i biancorossi vantano 1 successo e 1 pareggio. E’ proseguita poi in serie B negli anni ’70: il bilancio è negativo con 2 pareggi e 1 sconfitta. C’è stata successivamente la parentesi nella massima divisione tra il 1989 e il1992, positiva per il Bari con 2 vittorie e 1 pareggio. Poi le due squadre sono tornate a scontrarsi tra i cadetti, da settembre 2002 a maggio 2017: le cose non sono andate bene per i biancorossi che hanno vinto 3 partite, pareggiandone altrettante ma perdendone addirittura 5. In Coppa Italia le due squadre hanno giocato 3 volte: 1 successo per l’Ascoli e 2 per il Bari, l’ultimo 12 anni fa. Complessivamente, sul proprio campo il Bari ha battuto l’Ascoli 7 volte e pareggiato 8, subendo 6 sconfitte, con 26 reti realizzate e 24 incassate.  

La gara sarà diretta dal signor Marco Serra, iscritto alla sezione di Torino, impiegato di una società finanziaria, 35enne, alla terza stagione tra i cadetti. Ha arbitrato finora 38 partite, con questo bilancio: 17 vittorie per le squadre di casa, 18 pareggi e solo 3 successi per le formazioni in trasferta, 10 espulsioni e 10 rigori concessi. In questa stagione è stato designato 4 volte e, particolare curioso, le partite si sono sempre chiuse in parità.  Ha diretto 3 volte il Bari, sempre al “San Nicola”: i biancorossi con lui sono imbattuti, grazie ai 2 successi contro Ascoli e Salernitana e al pareggio contro il Latina.

L’incontro sarà trasmesso  solo da Sky Sport sul canale Sky Calcio 5  HD (n. 255). Un’altra possibilità di visualizzazione sarà fornita anche agli abbonati al pacchetto Sky Calcio “diretta streaming” tramite l’applicazione Sky Go, disponibile per pc, tablet e smartphone. Fischio d’inizio alle ore 15 allo Stadio “San Nicola”.





About Peppino Accettura 204 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*