Breda: «Partita decisa dagli errori, quello di Rosati è lampante. A questi avversari non puoi concedere nulla…»

Le dichiarazioni post gara del tecnico del Perugia


Share
Roberto Breda
Roberto Breda

Dopo essere subentrato tre settimane fa a Federico Giunti, è oggi è arrivato il tempo per Roberto Breda di perdere la prima partita casalinga col suo Perugia. Davanti ad un Bari cinico e organizzato, i grifoni hanno dovuto subire una sconfitta per 3-1 che il loro tecnico commenta così: «È stata una partita decisa dagli errori in generale. Ce ne sono stati sia in fase difensiva che realizzativa. Abbiamo fatto buone cose, ma a questi avversari non puoi concedere nulla. La prestazione c’è stata, ma dobbiamo trovare quella continuità che oggi non abbiamo avuto».

Come riporta il sito ac-perugia.com, il 48enne trevigiano ha poi preso spunto dal primo gol subito per parlare delle proprie retrovie: «Il reparto difensivo non ha concesso tantissimo, ma dobbiamo migliorare soprattutto sui calci da fermo. Dobbiamo restare in partita e in questo in parte abbiamo peccato. La prestazione, ripeto, è stata dignitosa, anche se gli episodi ci sono stati avversi. Dobbiamo ricordarci che quello due conta è l’equilibrio».

In chiusura, Breda ha commentato la prova del suo portiere Rosati che, soprattutto in occasione del gol su punizione di Galano nella ripresa, non è stato affatto impeccabile: «Da quando ci sono io ha sempre fatto bene. Purtroppo l’errore del portiere resta lampante, ma anche quelli degli altri hanno inciso. Antonio deve stare tranquillo e lavorare. Come mai questa squadra prende spesso gol al primo tiro? Sono situazioni non catastrofiche. Quando hai giocatori più offensivi devi portare qualcosa di più in termini di gol. Siamo mancati proprio in questo».






About Redazione barinelpallone 2069 Articoli
La redazione di barinelpallone cerca ogni giorno di raccontare al meglio, con passione e professionalità, le vicende calcistiche di Bari e provincia.

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*