Bari, un ostico tris: Empoli, Venezia e Frosinone. Riscattare le sconfitte dell’andata è la missione

I galletti ora possono dimostrare maggiore maturità rispetto ad un girone fa. Da recuperare al più presto il fattore casalingo



Share

Gli esami per il Bari non finiscono mai. E dopo Cesena il trittico di impegni è di quelli terribili: le prossime avversarie corrispondono ai nomi di Empoli, Venezia e Frosinone. Tutte compagini candidate alla promozione diretta o, in alternativa, pronte a consolidarsi in zona playoff.

Bisognerà dimostrare maturità, crescita rispetto ad inizio campionato. Nel girone d’andata i galletti hanno rimediato tre sconfitte consecutive: un bottino che aveva fatto scemare in parte l’iniziale entusiasmo delle prime uscite ufficiali. Di misura, sfortunate e viziate da errori difensivi i ko contro toscani e laziali, più preoccupante quello rimediato contro i veneti. La formazione allenata da Inzaghi era stata capace di annullare ogni iniziativa dei biancorossi. Il Bari, in quel momento, era alle prime armi e pronto ad esplorare le difficoltà della cadetteria.

Adesso è giunta l’occasione di tirare fuori gli artigli. Per quanto la B sia lunga, queste gare – che peraltro coincideranno con la fine del mercato invernale – diranno fino a che punto i galletti potranno insidiare i due posti per la promozione diretta o se, semplicemente, dovranno accontentarsi di un buon piazzamento ai playoff per poi giocarsi il tutto e per tutto tra maggio e giugno. Serviranno attenzione e voglia di osare: due incontri su tre si giocheranno al ‘San Nicola’. Un fortino che nel girone d’andata si è rivelato un inferno per tutte, fino all’arrivo di Palermo e Parma. Per pensare in grande questa felice tradizione dovrà ripartire più forte di prima.






About Domenico Brandonisio 1544 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*