Monopoli, l’importanza di chiamarsi Doudou Mangni. E’ cresciuto nell’Atalanta dei talenti

Nelle giovanili dell'Atalanta la punta biancoverde è cresciuta con Grassi, Caldara, Conti e Gagliardini


Share

In attesa che raggiunga una preparazione idonea per tutti i 90′, a Monopoli iniziano ad innamorarsi di Doudou Ursul Tanguy Junior Mangni. Pupillo di Scienza – contento di averlo ricevuto come regalo dal mercato di gennaio – il giocatore inizia a diventare decisivo nelle sfide che contano.

CATANIA E REGGINA, CHE COLPI! –
Giovane classe 1993 dotato di inserimenti, corsa e dribbling, Doudou costituisce una vera e propria spina nel fianco per tutte le difese avversarie. I numeri parlano chiaro: 5 presenze, 1 assist e 2 gol. Il tutto in appena 82 minuti di gioco. Un vero e proprio jolly da innescare nelle fasi delicate di un match. Catania e soprattutto Reggina ieri ne sanno qualcosa. E se non fosse per un tiro dalla distanza un po’ azzardato a tempo scaduto…ci sarebbe scappata anche una pregevolissima doppietta.

ANCHE LUI NELL’ATALANTA DEI CAMPIONCINI – L’obiettivo è portare il più in alto possibile il gabbiano, prima di tutto. Ma l’occhio verso palcoscenici più prestigiosi – Serie B e Serie A – viene strizzato. Romano di origini senegalesi, Doudou ha iniziato la sua carriera nelle giovanili dell’Olginatese prima e dell’Atalanta poi. Nel settore giovanile nerazzurro – dal 2010 al 2013 – è cresciuto assieme a giocatori come Grassi, Gagliardini, Caldara e Conti: alcuni dei protagonisti della squadra dello storico quarto posto ottenuto nella passata stagione. Allenatori? Bonacina e Gallo, ora in B con lo Spezia. I maestri, tra campo e panchina, certamente non mancano.

CARRIERA –
Il numero 23 biancoverde è anche alla sua prima esperienza in Serie C. Prima del Monopoli, infatti, Doudou aveva indossato le maglie di Modena e Latina (38 presenze e 6 reti dal 2013 al 2015), Sanliurfaspor (Turchia), Ascoli (ancora Serie B, solo 6 presenze con l’ex Bari Devis Mangia in panchina) ed Olhanense (Serie B Portoghese). Per spiccare il volo verso l’alto ora bisogna conquistare sempre di più il pubblico del ‘Veneziani’.






About Domenico Brandonisio 2279 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*