Il Bari non può commettere errori: indispensabile il riscatto contro lo Spezia

La presentazione della gara contro i liguri di questo pomeriggio


Share

Dopo il mezzo passo falso contro lo Pro Vercelli, il Bari (45 punti) torna al “San Nicola” a distanza di appena 3 giorni e cerca il riscatto contro lo Spezia (40 punti).

 Alla squadra di Grosso non è concesso più alcun errore perché davanti hanno ripreso a correre e lo svantaggio rischia di diventare incolmabile a poco più di 2 mesi dalla conclusione del campionato. Appare infatti un lontano ricordo l’insediamento solitario dei biancorossi sulla vetta della classifica alla fine di novembre, alla 16^ giornata, dopo la vittoria nel derby con il Foggia.

Da allora, il Bari ha perso 13 punti nei confronti dell’Empoli, 11  del Frosinone, 9 del Cittadella, 8 del Perugia, 6 del Palermo e 5 del Venezia. E’ vero che i biancorossi devono recuperare le gare con lo Spezia e ad Avellino, ma non può fare a meno di sorprendere  il crollo nel rendimento offerto dalla squadra, che è passata dalla media brillante di 1,81 punti a partita nella prima fase a quella da salvezza di 1,3 nelle successive 12 gare.

Ma allarma ancora di più la evidente involuzione registrata nelle partite giocate al “San Nicola”. Fino al successo nel derby, i biancorossi avevano conquistato 24 punti (8 vittorie e solo 1 sconfitta) con una media eccellente di 2,67 punti a partita.   Poi il crollo: appena 5 punti in 5 gare (solo 1 successo, 2 pareggi e 2 sconfitte).

Lo Spezia si presenta come avversario impegnativo e insidioso. E’ vero che i liguri fuori casa hanno un ruolino di marcia da retrocessione: 7 sconfitte e appena 11 punti conquistati in 14 gare, ma possono vantare una delle migliori difese del torneo, con 27 reti al passivo (media 0,93), addirittura 10 subìte in meno rispetto al Bari.

E’ facile prevedere che la squadra di Grosso si troverà di fronte un avversario molto chiuso che accorcerà le distanze tra i reparti per frenare la manovra biancorossa e sfruttare le ripartenze. Il ritmo della gara sarà sicuramente lento, anche perché ben 11 titolari liguri hanno compiuto i 30 anni.

Proprio l’ottima tenuta del reparto arretrato ha consentito alla formazione di Fabio Gallo di risalire in classifica dopo una partenza piuttosto incerta. Fino all’11^ giornata, alla fine di ottobre, i liguri sono rimasti ai limiti della zona play-out, collezionando ben 6 delle 9 sconfitte finora registrate.  Nelle successive  18 partite le sconfitte sono state solo 3, con 9 pareggi e 6 vittorie, delle quali 2 nelle trasferte di Vercelli e Chiavari.

Si preannuncia, insomma, una gara-fotocopia di quella di sabato scorso. Resta da augurarsi che non si ripetano gli stessi errori.

. Sono appena 11 i marcatori dello Spezia. Guidano la lista  Granoche e Marilungo. L’uruguaiano, 34 anni compiuti lo scorso settembre,  nei 10 campionati di B disputati in Italia ha segnato un centinaio di reti. In questa stagione ne ha realizzate 6, come Marilungo, che vanta una discreta esperienza in A soprattutto con Sampdoria e Atalanta. Il record personale di marcature nella serie cadetta risale al 2009/2010 (13 gol con la maglia del Lecce). Vengono poi Forte (5) e Terzi (3), un difensore con il vizio del gol. Con 2 reti all’attivo sono in quattro: Maggiore, Mastinu, l’algerino Ammari e l’eterno Gilardino, 36enne, con una ventina di campionati nella massima divisione alle spalle, che ha trasformato l’unico rigore finora concesso ai liguri.  Infine, hanno firmato 1 sola rete a testa l’altro uruguaiano Lopez, Pessina e il difensore ex biancorosso Masi.

I precedenti dello Spezia a Bari sono estremamente favorevoli ai biancorossi che su 12 gare disputate ne hanno vinte 8, pareggiate 2 e perse 2, con 20 gol realizzati e 13 subìti. Le sfide partono da ben 88 anni fa, precisamente il 16 febbraio 1930 (3-0), cui seguirono altri 2 successi prima della guerra. Gli incontri ripresero nel 1951 con il primo pareggio (1-1), poi un lunghissimo intervallo, ben 57 anni, e, dal 2066, si susseguirono 4 successi consecutivi, di cui uno in Coppa Italia. Infine, dal 26 dicembre 2013 a oggi solo 1 vittoria (a settembre 2015) contro 2 sconfitte e 1 pareggio, nel campionato scorso, a novembre del 2016.

La gara sarà diretta dal signor Francesco Fourneau, impiegato, iscritto alla sezione di Roma 1, già designato per la partita rinviata per la neve. E’ un arbitro dei più giovani, compirà 35 anni a luglio ed è esordiente in serie B. In questa prima stagione tra i cadetti ha diretto 10 partite e si è fatto la fama di arbitro clemente e poco favorevole alle formazioni impegnate in trasferta. Infatti, i successi delle squadre fuori casa sono appena 2 contro 4 vittorie interne ed altrettanti pareggi. Le ammonizioni sono state soltanto 33, nessun cartellino rosso e neppure alcun rigore concesso. L’arbitro romano non ha mai incrociato né Bari né Spezia.

L’incontro sarà trasmesso  solo da Sky Sport sul canale Sky Calcio 1  HD (n. 251). Un’altra possibilità di visualizzazione sarà fornita anche agli abbonati al pacchetto Sky Calcio “diretta streaming” tramite l’applicazione Sky Go, disponibile per pc, tablet e smartphone. Fischio d’inizio alle ore 18 allo  Stadio “San Nicola” di Bari.

 






About Peppino Accettura 139 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*