DIRITTI TV – Il gip milanese archivia il caso Infront, era tutto lecito: salvo anche Paparesta

Le vicende extra calcistiche del club biancorosso



Il gip di Milano, come riportano i colleghi di sporteconomy.it, ha depositato circa due giorni fa il decreto di archiviazione circa l’indagine riguardante i diritti tv nel calcio che hanno coinvolto l’ex AD del Milan A.G., M.B. ex numero uno della società, R.S. patron della società MP & Silva, e dei presidenti della Lazio, del Genoa e del Bari.

Precedentemente un anno fa il gip milanese Manuela Arcuso Tagano aveva mandato l’ordinanza di tre arresti e lo scorso gennaio la Procura aveva inoltrato l’istanza di archiviazione del caso. “Non sussistono elementi idonei a sostenere l’accusa” si legge sul decreto di archiviazione , come riporta l’agenzia Ansa,  e in parallelo il giudice ha escluso tanto la sussistenza dell’associazione a delinquere della turbativa d’asta che non si può configurare poiche La Lega calcio e i club calcistici sono enti privati e quindi, non avendo alcuna natura pubblicistica, quanto della truffa. Il gip ha inoltre cancellato il riciclaggio e l’autoriciclaggio per mancanza di reati presupposti, Sky inoltre , si legge nel provvedimento, non è parte offesa.





About Andrea Giotta 1016 Articoli
Collaboratore e Pubblicista dal settembre 2017. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*