United Sly, il pres. Quarto a BNP: “Siamo già al lavoro per la prossima stagione. Pronti altri innesti”

La nostra intervista al massimo dirigente dell'ambizioso club barese


Share

Archiviato anche il trionfante campionato di Seconda Categoria, la United Sly non si pone limiti per il prossimo futuro e pensa in grande. Intervistato dal nostro portale, il presidente Danio Quarto fa prima di tutto un bilancio sulla stagione appena conclusa: “Abbiamo raggiunto quelli che erano gli obiettivi stagionali. La squadra che avevamo allestito doveva vincere il campionato senza particolari problemi, ciò è avvenuto. Abbiamo quindi chiuso nel migliore dei modi il nostro percorso battendo l’Incedit Foggia. E’ stata una ciliegina sulla torta. Giusto dunque iniziare a programmare fin da subito la prossima stagione”.

Riconfermati mister Nicola Quarto ed il dg De Lorenzis, la squadra biancorossa ha inoltre ufficializzato gli ingaggi di Lacarra e Faliero. E non è finita qui: “Quelli citati sono tutti nomi nuovi ed importanti, ma non sottovaluterei neppure l’innesto di Duccio Curione. E’ un preparatore conosciuto, parliamo di un big nel suo settore. Abbiamo riconfermato 11-12 elementi che riteniamo fondamentali per il nostro progetto. Ci sono anche altri obiettivi nel mirino, abbiamo pronti altri pre-accordi con elementi che, però, sono ancora impegnati nei playoff con le rispettive squadre. Non ci resta che attendere la conclusione delle loro stagioni. Il progetto va avanti e non conosce la parola fine”.

Per ogni arrivo, inevitabilmente, ci sono degli addii. Ma il presidente precisa: “Chi non fa più parte del nostro progetto lascia comunque un bel ricordo. La Sly è nei dilettanti solo sulla carta, coloro che non ne fanno o non ne faranno più parte non ci sono solo perchè rimpiazzati da elementi con un curriculum più importante. Non si tratta di mancanze dal punto di vista umano e professionale, solo che troverebbero poco spazio”.

Tra i protagonisti della stagione appena conclusa spunta anche l’esperto centrocampista De Vezze: “Lui figura sicuramente tra quegli elementi da cui si riparte per la prossima stagione. Lo scorso anno è arrivato a campionato in corso ma ha disputato una stagione esemplare. Siamo contenti di lui”.

Fin dove si vuole spingere la compagine barese? “Ogni giorno con addetti ai lavori e non mi trovo sempre a spiegare il motivo per cui non sono voluto partire da categorie superiori o acquistare altri titoli. Semplicemente per me il calcio è ben altra cosa. Ovvero ripartire con una società nuova, senza rifondazioni. Credo che non vi siano, salvo sorprese, casi di società create e che subito hanno vinto diversi campionati di fila. Vogliamo come minimo arrivare in Eccellenza e poi puntare a vincere questo campionato. Una volta arrivati in D…l’appetito vien mangiando. Non ci poniamo limiti, programmiamo”.






About Domenico Brandonisio 2224 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*