Le pagelle di Igea Virtus-Bari: Bolzoni prezioso, Brienza fa valere la sua classe

Diamo un voto alla prestazione dei biancorossi in Sicilia


Share

Anche il campo sta confermando i meriti del presidente De Laurentiis e del suo staff nell’allestimento di una squadra di livello nettamente superiore. E’ davvero stupefacente la facilità di andare in gol. Si sta infatti sgranando la lista degli inseguitori dei biancorossi, sempre a punteggio pieno. Al secondo posto è rimasto solo il Locri, a 2 punti, mentre il Gela è precipitato a 4 lunghezze di distanza.

MARFELLA – Un’altra domenica di riposo pressoché assoluto. I siciliani non hanno effettuato tiri nello specchio della porta ad eccezione di una deviazione di testa di Busatta, sulla quale il portiere è stato prontissimo a deviare. SPETTATORE 6,5

ALOISI – La posizione arretrata assunta dagli attaccanti giallorossi gli ha lasciato sulla fascia destra ampi spazi, sfruttati con alcune proiezioni e numerosi lanci lunghi per scavalcare il centrocampo avversario. BUONA SPINTA 6,5

CACIOLI – Ha diretto la difesa giocando alle spalle di tutti. Con grande sicurezza ha chiuso ogni varco alle sterili manovre offensive dei giocatori siciliani. PULITO 6,5

DI CESARE – Ha annullato la punta più avanzata dei giallorossi, Busatta, anticipandolo sempre senza rinunciare alle sortite in avanti per bissare il gol di domenica scorsa. SEMPRE IN PARTITA 7

D’IGNAZIO – Ha il merito di aver sbloccato il risultato prima della mezz’ora con una conclusione da 30 metri che ha sorpreso il portiere. Senza un avversario fisso da controllare, ha fornito un concreto apporto alla manovra biancorossa. PROVVIDENZIALE 7

HAMLILI – Si è trovato invischiato nella ragnatela costruita a metà campo dai siciliani ed ha faticato a trovare spazi. Bene comunque soprattutto nell’interdizione. RECUPERA TANTI PALLONI 6,5

MATTERA – E’ subentrato all’italo-marocchino in apertura di ripresa e la squadra si è schierata con la difesa a tre. Nel finale ha firmato il gol del trionfo sfruttando la mancata uscita del portiere su calcio d’angolo. IMPECCABILE 6,5

BOLZONI – Lo schieramento dei siciliani (5-3-1-1) ha creato un super affollamento a centrocampo e il regista biancorosso ha trovato difficoltà a costruire il gioco. Ha cercato allora la conclusione da lontano ed ha centrato il bersaglio da fuori area. PREZIOSO 7

PIOVANELLI – Ha confermato le sue doti di centrocampista offensivo, spingendosi frequentemente in avanti sulla sinistra per crossare in area avversaria. DINAMICO 7

LANGELLA – Cornacchini ci ha ormai abituato ad alternare i due 18enni. Entrato a risultato ormai acquisito, Langella ha fornito il suo valido apporto. GRINTOSO 6,5

BRIENZA – Era molto atteso il suo esordio. Non ha avuto modo di mettersi in particolare evidenza a causa della grande calca nella zona centrale del campo e naturalmente deve ancora trovare la migliore condizione. FA VALERE LA SUA CLASSE 6

FEOLA – Il tecnico biancorosso lo ha sempre inserito nella ripresa: questa volta ha sostituito Brienza ed è stato molto efficace nella fase di contenimento, rendendo improduttiva la reazione dei giallorossi. FA FILTRO 6

SIMERI – Gli attaccanti hanno avuto poco spazio per mettersi in evidenza. Il centravanti è stato poco fortunato nelle conclusioni. TANTE SGROPPATE 6

BOLLINO – E’ subentrato a Simeri negli ultimi 8 minuti di gioco. S.V.

NEGLIA – Quando scatta in velocità negli spazi ampi è irresistibile. Ha cercato inutilmente di sorprendere i difensori cambiando spesso posizione. E’ stato comunque l’attaccante più pericoloso. SEMPRE LUCIDO 6,5

POZZEBON – Ha giocato la seconda metà della ripresa rilevando Neglia. Anche lui ha trovato difficoltà a infilarsi negli spazi ristretti lasciati dagli avversari e il portiere gli ha negato la gioia del gol all’89’. GRANDE IMPEGNO 6

Allenatore CORNACCHINI – Il tecnico alla vigilia appariva preoccupato per questa trasferta, ma la squadra ci ha messo meno di mezz’ora a travolgere il folto schieramento difensivo siciliano, puntando intelligentemente sulle conclusioni dalla distanza. Buona la gestione dei cambi. SQUADRA CONCRETA 7

Arbitro CROCE – La direzione di gara dell’arbitro novarese è stata perfetta: nessun errore, decisioni tempestive e precise. Da parte loro i calciatori gli hanno facilitato il compito con grande correttezza. GESTIONE SENZA PROBLEMI 7






About Peppino Accettura 147 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*