Contro la Turris il Bari vuole confermare la “regola del 3”

La presentazione della gara Bari-Turris


Share

Funzionerà anche contro la Turris la “regola del 3” istituita dal Bari? Nelle prime 4 giornate di campionato i biancorossi hanno sempre superato, in casa e fuori, gli avversari con 3 gol di scarto. Questa curiosa circostanza ha portato la squadra di Cornacchini ad essere una delle 5 formazioni tuttora a punteggio pieno tra le 168 partecipanti al campionato nazionale dilettanti: le altre sono il Lecco (girone A), il Como ( B), il San Nicolò Notaresco ( F) e il Picerno ( H). E i biancorossi possono vantare anche una delle migliori 5 difese della categoria, con 1 solo gol al passivo, come la Palmese nel nostro girone, la Gelbison nel girone H e Pianese e Sangiovannese nel girone E.

Il titolo di attacco più prolifico, invece, spetta per ora alla formazione potentina del Picerno, inserita con le altre pugliesi nel girone H, che è andata in gol 14 volte. A quota 13 sono invece il Bari, il Lecco e l’Avellino, insieme a Matelica e Sangiustese, ma queste ultime 2 hanno disputato una gara in più perché comprese nel girone F cui partecipano 20 squadre. Al di là di queste statistiche, è importante che il Bari conquisti i 3 punti anche contro una squadra, la Turris, che alla vigilia del campionato era considerata tra le favorite nella corsa alla promozione. L’avvio è stato però molto inferiore alle aspettative e dopo 3 giornate, con appena 3 punti all’attivo, è stato esonerato il tecnico Grimaldi, sostituito da Franco Fabiano, nato proprio a Torre del Greco. Il neo allenatore ha esordito con la vittoria di misura sul Rotonda e non ha apportato modifiche sostanziali alla squadra, confermando il 4-3-3 del suo predecessore. Vedremo al “San Nicola” se apporterà variazioni tattiche significative. Intanto, all’esordio con Fabiano in panchina, la Turris per la prima volta quest’anno è riuscita a conservare inviolata la propria porta.
Molto probabilmente sullo scarso rendimento in campo dei rosso-corallo campani avrà influito la “botta” della penalizzazione di 2 punti, da scontare in questa stagione, a seguito di irregolarità nel tesseramento di tre giocatori commesse nel 2015 dalla società Pietro Abbate, poi fusa con il Miano per dar vita all’attuale Turris. E l’anno precedente la penalizzazione era stata addirittura di 4 punti!

Ai tifosi della cittadina campana, famosa in tutto il mondo per la lavorazione artigianale dei coralli, dei cammei e della madreperla, è stato vietato di seguire la squadra a Bari per motivi di ordine pubblico. Non potranno così assistere ad una sfida che ha solo 3 precedenti, tutti a metà degli anni settanta, sempre in serie C: il bilancio è nettamente favorevole ai biancorossi, con 3 successi, 7 gol realizzati e 2 subìti.

I rosso-corallo hanno una differenza reti negativa, avendo subìto 6 gol e realizzati 5. I marcatori sono le punte Longo e Celiento (2 a testa) e il difensore Auriemma (1). Nel campionato scorso, i campani furono inseriti nel girone H e si salvarono vincendo i play-out con l’Aversa Normanna.

La gara sarà diretta dal sig. Franck Loic Nana Tchato, di origine camerunense, iscritto alla sezione di Aprilia. In questa stagione è già stato designato per Olympia Agnonese – Campobasso 1-2 (preliminare di Coppa Italia), Modena – Vigor Carpaneto 1-0 (girone D), Anagni – Cassino 0-1 (girone G) e Gavorrano – Cannara 1-1 (girone E).

L’incontro sarà trasmesso in diretta da DAZN. Fischio d’inizio alle ore 15 allo Stadio Comunale “San Nicola”.






About Peppino Accettura 153 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*