Le pagelle di Bari-Locri: Brienza sontuoso, Di Cesare una diga

Diamo un voto ai galletti dopo la vittoria contro il Locri


Share

BARI – Il Bari è tornato alla vittoria e questo volta con i gol degli attaccanti. La squadra biancorossa ha fornito una dimostrazione di grande superiorità contro la seconda in classifica, letteralmente schiacciata da Brienza e compagni. Questa prestazione davvero super può rappresentare una vera e propria svolta del campionato.

MARFELLA – Gli è arrivato il primo tiro in porta dopo più di mezz’ora di gioco. Le conclusioni degli amaranto si contano sulle dita di una mano e non hanno creato problemi al portiere biancorosso che nel finale ha rischiato solo per un eccesso di sicurezza. ORDINARIA AMMINISTRAZIONE 6,5

TURI – Il terzino barese ha esordito con una prestazione davvero lusinghiera. Ha praticamente annullato l’attaccante più pericoloso dei calabresi, De Marco, e si è persino esibito in un paio di proiezioni. BUONA PERSONALITA’ 6,5

DI CESARE – Con il compagno di reparto, Mattera, costituisce una coppia di centrali insuperabili. Gli avversari si sono schiantati sul muro eretto dai due centrali davanti all’area. Al momento dell’uscita, Brienza gli ha affidato la fascia di capitano. UNA DIGA 6,5

MATTERA – Vale quanto detto per Di Cesare. In più il giocatore ischitano ha avviato l’azione del primo gol pescando in avanti Floriano con un lancio lunghissimo ma molto preciso. IMPECCABILE 6,5

NANNINI – L’under del 1999 ha mostrato di meritare la riconferma da parte di Cornacchini. Non ha lasciato spazi al suo avversario sulla fascia sinistra e si è spinto anche in avanti, fornendo un valido supporto a Floriano. PROPOSITIVO 6,5

HAMLILI – Eccellente il suo lavoro di interdizione a centrocampo: combatte con grande agonismo su ogni palla e non concede nulla agli avversari. CHE CARATTERE! 7

LIGUORI – Ha giocato pochi secondi. S.V.

BOLZONI – Ha giocato in coppia con Hamlili nella linea a due del centrocampo biancorosso. Ha coperto le spalle a Brienza e spesso ha dialogato con il capitano al momento di avviare l’azione. SEMPRE LUCIDO 7

PIOVANELLO – L’allenatore lo ha spostato a destra nella linea a tre alle spalle di Pozzebon. La sua progressione è stata irresistibile nelle continue discese concluse con cross nell’area calabrese. UNA SPINA NEL FIANCO 7

LANGELLA – Ha sostituito dopo un’ora di gioco lo stremato Piovanelli. Le sue caratteristiche sono diverse e la squadra, già in vantaggio di 2 gol, è passata al 4-4-2. TIENE LA POSIZIONE 6,5

BRIENZA – E’ partito dal 1° minuto ed ha dato verve e fantasia al gioco biancorosso. Ha sveltito la manovra con passaggi di prima e triangolazioni rapidissime e sfiorato il gol in apertura di ripresa. Un’ovazione per lui all’uscita SONTUOSO 7,5

NEGLIA – Ha sostituito Brienza nell’ultimo quarto d’ora e una ribattuta fortunosa di un difensore gli ha negato la gioia del gol. FRIZZANTE 6,5

FLORIANO – Ha giocato stabilmente a sinistra nella linea a tre di supporto al centravanti, Ha messo in mostra un vastissimo campionario di scatti, dribbling e finte, realizzando un gran gol con una splendida schiacciata di testa. UNA TROTTOLA 7,5

FEOLA – Ha sostituito negli ultimi minuti l’ex foggiano ed ha rinforzato il centrocampo. S.V.

POZZEBON – E’ stato il terminale della manovra biancorossa, realizzando un gol da vero centravanti. Un altro gli è stato negato sulla linea da Bruzzone, ma spesso ha fatto da sponda ai compagni. CONCRETO 7

SIMERI – E’ subentrato a Pozzebon nell’ultimo quarto d’ora ed ha trovato il tempo per un assist a Neglia (sfortunato) e per sfruttare un perfetto passaggio di Hamlili mettendo la palla in rete da due passi. DINAMICO 7

CORNACCHINI – Contro uno spregiudicato Locri, il tecnico biancorosso ha saputo dare una grande fluidità al gioco della squadra e una carica agonistica eccezionale. Sono state ampiamente premiate le sue scelte, dall’inserimento di Brienza dall’inizio alla linea a tre alle spalle di Pozzebon. TROVA GLI EQUILIBRI 7

CENTI – L’arbitro di Viterbo ha diretto la gara senza commettere errori determinanti ma non ha pienamente soddisfatto, invertendo talvolta l’assegnazione di qualche punizione. LASCIA GIOCARE 6






About Peppino Accettura 153 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*