Bari, Floriano: “Con l’Acireale per riconfermarci. Rimpianti? L’essere maturato un po’ tardi”

Le parole dell'esterno biancorosso in conferenza stampa


Share

BARI – Non solo Pozzebon. Anche Roberto Floriano ha lasciato il segno domenica scorsa contro il Locri. Un gol, uno dei tanti della sua carriera, che permette al Bari di consolidarsi in vetta: “In campionato sono 97, con le coppe andiamo oltre i 100. Quello messo a segno domenica è stato il primo di testa. Quanti farne col Bari? Speriamo di vincere le partite, prima di tutto. A livello calcistico ho un rimpianto, quello di essere maturato un po’ tardi. Una volta capito il mio vero valore sono migliorato”.

Tedesco? Solo sulla carta. In verità il numero 7 biancorosso si sente italiano a tutti gli effetti: “Non mi sento tedesco, pur essendo nato in Germania. Mi sento molto più salentino, li ho trascorso le mie vacanze ed è una terra che conosco molto bene. Foggia? All’inizio un mio rinnovo sembrava vicino, poi sono stato messo in secondo piano. Questa cosa a me non piace. Quando mi avevano prospettato di scendere a Bari e quindi dalla B alla D…ho un po’ titubato. Poi mi sono convinto. Perchè è meglio avere un ruolo di primo piano qui che non uno da secondo in rossonero. La società biancorossa ha fatto davvero di tutto per prendermi”.

Su quale fascia agire? Floriano ha lesue preferenze, ma non disdegna le novità: “Tanti allenatori mi hanno fatto giocare anche a destra, me la cavicchio. Ma è a sinistra il lato in cui mi trovo meglio. Condizione? Ora sto bene, fino a poche settimane fa non ero al 100%. Tutti sicuramente abbiamo incontrato delle difficoltà iniziali. Io FR7? Fa piacere sentir parlar bene (ride, ndr), incasso i complimenti e vado avanti, cercando di migliorarmi costantemente”.

Focus sulla sfida di domenica contro l’Acireale: “Dobbiamo riconfermarci, cercando di fare il nostro e di portare a casa il bottino pieno. Anche l’Acireale è attrezzato per un campionato importante e di vertice. Sicuramente il ‘San Nicola’ offre tante garanzie sul piano della manovra, sugli altri campi ci sono invece differenze notevoli sotto tutti i punti di vista. Dobbiamo essere in grado di cavarcela per primeggiare al meglio”.






About Domenico Brandonisio 2272 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*