Bari, Hamlili: “Ad Acireale successo pesante, giochiamo come sappiamo. Allan e Neqrouz…”

Le parole del centrocampista biancorosso in conferenza stampa


Share

BARI – E’ raggiante in volto, Zaccaria Hamlili. La vittoria ottenuta ad Acireale va oltre i semplici tre punti: “Ripartiamo da una vittoria importantissima nonostante l’inferiorità numerica. Sono stati tre punti importantissimi, ci aspettavamo un clima infuocato. Sarà sempre cosi contro di noi. Non so, per il resto, quanto potesse starci l’espulsione di Pozzebon. Per il resto i complimenti dei tifosi fanno solo piacere, ma sono qui per lavorare e migliorarmi giorno dopo giorno”.

Ecco come è maturata la scelta di Bari in estate: “Mi ha chiamato il mister, l’ho avuto ad Ancona in passato. Fu un ottimo periodo sul piano dei risultati. Ruolo? Mezzala o davanti alla difesa fa lo stesso, decide il mister. Con lui c’è un rapporto di stima e fiducia, è una grande persona. Mi va bene tutto. A me piace sacrificarmi e recuperare palloni. Io come Allan? Un paragone che fa piacere e che mi lusinga. Neqrouz? So chi è, ha fatto bene qui a Bari”.

Sulle sue origini: “I miei genitori sono del Marocco, non rinnego le mie origini. Non è un problema condividere l’altra metà italiana. Bari? E’ uguale a come me l’aspettavo, avendola vista più volte in tv. I tifosi sono una forza in più da utilizzare. Città di Messina? L’andamento della gara dipenderà dal nostro approccio. Se facciamo il nostro sappiamo che possiamo fare molto bene”.

Diversi i giocatori con cui ha già legato fuori dal campo: “Direi Feola, che abita vicino casa, Bolzoni, Neglia e Bollino. Il secondo è inevitabile, essendo compagno di reparto”.






About Domenico Brandonisio 2272 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*