Juniores Bari, mister Alfieri a BNP: “Soddisfatto per il percorso intrapreso. Mutti e Gioria? Grande supporto”

Le parole del tecnico dei baby biancorossi al nostro portale


Share

Non c’è solo il Bari dei big a dare soddisfazioni, ma anche quello dei più giovani. Vince e convince la formazione juniores, reduce dalla vittoria del derby in campionato contro il Taranto. Al nostro portale mister Salvatore Alfieri non nasconde la sua soddisfazione e traccia un bilancio complessivo su questi primi mesi in biancorosso: “Veniamo da due mesi di attività – dice – il bilancio è soddisfacente. Stiamo lavorando con discrezione ed i ragazzi hanno un grande senso di appartenenza e voglia di migliorarsi. Quella col Taranto è stata una partita bella ed intensa, devo dire che nonostante il derby c’è stato grande rispetto. Stiamo lavorando bene, affrontiamo ogni ostacolo nel migliore dei modi”.

Nessun dubbio sulla scelta professionale di questa estate: “Sono onorato di essere qui, questa è una società che tutti conoscono per il suo passato. E’ un motivo d’orgoglio, dietro c’è un progetto molto interessante. Davanti a queste situazioni non vedi mai categorie e contesti in cui lavori. Obiettivi? Qui sto bene, predire il futuro è impossibile. Bisognerebbe inventarselo. Mi concentro solo sull’attualità”.

Il capoluogo pugliese, di suo, rievoca ricordi suggestivi del passato: “Che questa città mi sarebbe tornata presente era quasi un segno del destino. Da calciatore ho affrontato da avversario i galletti diverse volte. Il ‘San Nicola’ è meraviglioso, ha sempre fatto sentire il suo calore. Ai tempi del Pescara in squadra con me c’era gente del calibro di Loseto, Terracenere o De Trizio. Con molti di loro mi sento ancora adesso”.

Grandi elogi per Mutti e Gioria, elementi che sono anche nel giro della prima squadra. Ma non solo: “Sono due ragazzi bravi, si sono subito messi a disposizione. Quando vengono con noi si divertono, si allenano in partita e recuperano una buona condizione fisica. Ci hanno dato in tutti i sensi il loro supporto. Mutti in particolare è bravo nel gioco aereo, di testa. Ha una buona scelta di tempo, col Taranto ha dimostrato di avere qualità. Castiello? E’ un 2001, ha qualità e deve continuare a lavorare sodo. Sta acquisendo importanti certezze”.

Tra i compagni di squadra in Abruzzo c’era anche un certo Massimiliano Allegri: “E’ stata una fortuna averlo due anni a Pescara, c’è sempre stato un ottimo rapporto. Contento per la carriera che ha fatto e che sta facendo. Il tempo scorre cosi velocemente, a volte. E’ stato bravo a lavorare in un certo modo, ha sfruttato al meglio le sue opportunità”.

Sul Roccella: “E’ una squadra che conosco poco, ma forte dei dieci punti in classifica darà filo da torcere. Inutile vedere la classifica, non ci sono partite facili e difficili. Ognuna va onorata nel migliore dei modi. La cultura del lavoro va accompagnata da prestazioni convincenti, prima di tutto”.






About Domenico Brandonisio 2272 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*