Bari, Cornacchini: “Restiamo sereni, siamo sulla strada giusta. Le critiche? Stimolano. Palmese insidiosa”

Le parole del tecnico biancorosso in conferenza stampa


Share

BARI – Alla vigilia della sfida contro la Palmese, mister Cornacchini fa il punto della situazione in casa Bari: “E’ una partita come tutte le altre – dice in conferenza stampa – andrà affrontata nel modo giusto. Speriamo solo di non avere problemi e di giocare come sappiamo. Hanno subito pochi gol e non è un caso, viene naturale compattarsi nelle difficoltà. Non avevo pensato all’imbattibilità, ma tant’è. Moduli diversi per risultato? Alla fine le partite vengono decise anche da episodi, non sono determinanti. Questa volta, perlomeno, ho la possibilità di avere quasi tutti a disposizione. Restiamo sereni, la squadra sta facendo quel che deve”.

Sui cambi di formazione e modulo: “Cambiare può avere i suoi benefici, quello che conta è avere una rosa all’altezza di ogni compito. Ritengo importante questo aspetto. Artiglieria offensiva tutta insieme? No, non è giusto. Ogni giocatore peraltro ha delle caratteristiche differenti dagli altri. Con applicazione e voglia si può fare tutto. Castrovillari? Meritavamo noi per le occasioni avute. E poi i calabresi non si sono mai resi troppo pericolosi”.

Per il gol, dunque, non c’è una ricetta specifica: “Devi essere bravo a farli in tutte le maniere, aldilà della tattica devi avere la capacità di essere bravo e presente nel posto giusto e nel momento giusto. E domani, come sempre del resto, conterà tanto anche l’aggressività”.

Incassati i complimenti del presidente De Laurentiis giovedì, ecco pronta la sua risposta: “Il rapporto col presidente è ottimo, talvolta capita che quando si vince sempre si molli, anche se inconsciamente. E’ meglio essere sempre sul pezzo, la critica in tal senso aiuta tanto. I suoi complimenti fanno senz’altro piacere”.






About Domenico Brandonisio 2279 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*