Le pagelle di Bari-Troina: Di Cesare spinge con coraggio, Bollino disorientato


Share

BARI – “Vincere partite come questa è un segnale molto importante” così si è espresso Cornacchini al termine della prestazione forse peggiore della stagione offerta dai biancorossi. Ma il merito è anche del Troina, sicuramente più motivato, che ha letteralmente impedito al Bari di impostare un gioco fluido e razionale. Comunque le cifre parlano chiaro: 9 punti di vantaggio sulla seconda, 13 sulla terza, 16 sulla quarta.

MARFELLA – E’ stato fortunato dopo 20 minuti quando l’italo brasiliano Ferreira ha centrato la traversa su punizione da 3° metri. Poi è stato impegnato solo per alcune uscite volanti.  PRENDE FREDDO 6

BIANCHI – Il neo acquisto è stato confermato dal 1’ minuto tra i titolari: si  è limitato a contenere l’avversario diretto. NON SI DISTRAE  6

DI CESARE – Non solo ha chiuso ogni varco agli attaccanti ma si è confermato valido attaccante aggiunto, sfiorando il gol un attimo prima dell’autorete. SPINGE CON CORAGGIO  6,5

CACIOLI – Ha spazzato l’area senza tanti complimenti. UNA SICUREZZA 6

MATTERA – Questa volta ha giocato dall’inizio come difensore sulla fascia sinistra ed ha contribuito a frenare l’irruenza degli attaccanti siciliani. SE LA CAVA COL MESTIERE  6

BOLZONI – Rientrato dopo una settimana di assenza e con un solo giorno di allenamenti, ha avuto difficoltà a mettere ordine nell’affollata zona di centrocampo.  RITMO BASSO  6

LANGELLA – Ha corso tanto ma, come Bolzoni, è stato spesso scavalcato dai lanci lunghi dei centrocampisti rossoblu. A INTERMITTENZA  6

BRIENZA – Ha giocato solo i minuti di recupero per battere un paio di punizioni dal limite, ma la sua mira non è stata precisa.  SV

LIGUORI – Perdurando l’assenza di Floriano, Cornacchini l’ha mandato in campo dall’inizio ma non è riuscito a liberarsi dalla ragnatela dei difensori. PROVA INCOLORE  5,5

PIOVANELLO –  E’ subentrato a Liguori poco dopo l’inizio della ripresa per dare più profondità alla squadra. In pieno recupero Moudoumbou ha commesso su di lui un fallo da ultimo uomo su chiara azione da gol ed è stato espulso con rosso diretto. NON SI RISPARMIA   6

BOLLINO – Non ha ripetuto la buona prestazione di Portici. Peraltro in 45’ ha alternato i ruoli di esterno e mezz’ala. DISORIENTATO   5,5

FEOLA – Ha sostituito Bollino al rientro dagli spogliatoi ed ha conferito maggiore vivacità nella fase di impostazione del gioco. INTRAPRENDENTE 6

NEGLIA – Nella compatta e rude difesa siciliana non ha trovato gli spazi per scatenarsi come al solito. NON TROVA IL GUIZZO 6

NANNINI – Nell’ultimo quarto d’ora il mister biancorosso lo ha inserito al posto di Neglia per rinforzare la linea difensiva.  SV

SIMERI – Si è impegnato a fondo come sempre ed è stato l’attaccante più pericoloso ma il portiere gli ha negato la gioia del gol. SI BATTE DA LEONE 6

POZZEBON – Ha sostituito Simeri a metà ripresa ed ha costretto Bonfini al fallo che gli è costato il secondo cartellino giallo e l’espulsione a 13 minuti dalla fine. NON PUNGE 5,5

CORNACCHINI – Sapeva di trovarsi di fronte una squadra impostata sulla forza fisica ed ha preso le contromisure rinforzando al linea della difesa. Da metà campo in su invece le cose non sono andate bene perché i siciliani si sono difesi anche in 10 e in maniera rude e fallosa. Il vantaggio è stato difeso senza eccessive preoccupazioni.  CONTANO I PUNTI  6,5

VINGO – L’arbitro toscano ha iniziato bene poi si è adeguato alle brutte prestazioni offerte dai giocatori ed ha commesso numerosi errori di valutazione dei falli, consentendo il gioco duro, salvo a cambiare direzione nel finale, quando ha espulso 2 siciliani. CONTRADDITTORIO  5,5






About Peppino Accettura 185 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*