Con il Roccella ospite al San Nicola si chiude per il Bari lo straordinario girone di andata


Share

Tanta concentrazione e assolutamente nessun calo di tensione: questo i tifosi chiedono ai giocatori del Bari, capolista con 42 punti all’attivo, che ospitano gli  amaranto del Roccella Jonica, 14^ con 20 punti ottenuti.

Siamo alla vigilia dell’ultima giornata del girone di andata e l’obbiettivo dei biancorossi è di chiudere senza sconfitte la prima metà del campionato, conservando il vantaggio di 11 punti sulla Turris, seconda in graduatoria, per confermare la schiacciante superiorità tecnica già mostrata finora e spegnere definitivamente, da parte degli inseguitori, ogni velleità di  recupero.

Tuttavia, questo ultimo impegno del 2018 non va sottovalutato perché la squadra calabrese ha meritato la posizione in fondo alla classifica sino a metà novembre: nelle prime 10 giornate, infatti, il Roccella ha conquistato appena 10 punti sotto la guida di Giampà. La società ha chiamato quindi sulla panchina Francesco Passatore, tarantino di nascita e già tecnico delle squadre giovanili biancorosse.

I dirigenti  amaranto gli hanno consentito di rivoluzionare la squadra, che si presenta decisamente rinforzata con gli arrivi di Zukic e Colaianni in difesa, Asselti a centrocampo e Pizzutelli in attacco. Quest’ultimo e Colaianni erano già stati allievi del mister a Bari.

I risultati sono stati immediati perché i calabresi hanno ottenuto altri 10 punti ma in 6 gare, marciando ad un ritmo di poco inferiore a 2 punti a partita. Soprattutto il reparto difensivo è apparso più quadrato, incassando solo 4 reti contro le 17 al passivo della precedente gestione. Peraltro il Roccella è in serie positiva da 3 giornate, nel corso della quale ha ottenuto 2 successi interni, contro Rotonda e Cittanovese, e un pareggio sul campo dell’ACR Messina.

E’ prevedibile che i calabresi cercheranno di imbrigliare gli attaccanti biancorossi nel tentativo di impedire loro la conclusione a rete e toccherà come sempre a Cornacchini il compito di trovare le soluzioni più efficaci per consentire ai centrocampisti di rifornire Simeri, Floriano e compagni di palloni giocabili.

I marcatori della squadra sono 12: capocannonieri sono Catalano, Faella e Kergbo, autori di 3 gol a testa, seguiti da Cordova (2) e da Akonedo, Pizzutelli, Rondinelli, Santoro, Sicurella,Strumbo, Tassone e Vuletic, tutti con 1 realizzazione.

 La gara sarà diretta dal sig. Antonino Costanza, arbitro 26enne  molto stimato, iscritto alla sezione di Agrigento: è figlio d’arte, in quanto il padre Pietro è stato prima arbitro, poi assistente ed attualmente è osservatore arbitrale. Dotato di buona personalità, non si lascia influenzare dai tifosi delle squadre di casa che quest’ anno hanno vinto solo 2 delle 6 gare dirette dall’arbitro siciliano. Due sono state anche le vittorie in trasferta e, infine, sempre 2 i pareggi, compreso quello in Coppa Italia tra Acireale e Marsala: i tempi supplementari si chiusero sul risultato di 2-2, dopo i rigori prevalse il Marsala per 7-6. In campionato Costanza ha diretto 1 gara in ciascuno dei gironi A, B, D, F e H (Taranto-Gravina 3-0).

L’incontro sarà trasmesso  in diretta da DAZN. Fischio d’inizio alle ore 14.30 allo Stadio  “San Nicola”.






About Peppino Accettura 170 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*