Le pagelle di Bari-Roccella: Floriano argento vivo, Marfella distratto

Diamo un voto all'ultima prestazione dei biancorossi


E’ stata grande la delusione dei tifosi per un pareggio che ha spezzato la serie di 6 vittorie consecutive. Ma resta il fatto che a metà campionato i biancorossi hanno già accumulato un enorme vantaggio sugli inseguitori: 9 punti sulla seconda, 16 sulle terze, 19 sugli altri più immediati inseguitori. La sosta, se pur breve, capita ora a proposito per ricaricare le pile sul piano fisico e psicologico e riprendere la fuga.

MARFELLA – Per la prima volta ha incassato due reti in 90’. Non ha responsabilità sulla prima, causata da una dormita collettiva della difesa, è apparso invece in ritardo sul tiro da 30 metri di Amelio.  DISTRATTO   5,5

BIANCHI –   Non ha avuto la possibilità di scendere sulla sua fascia perché ha dovuto seguire da vicino Kargbo, attaccante esterno fisso dei calabresi. Limitatoo il suo apporto alla manovra biancorossa. POCA CONVINZIONE  6

DI CESARE – Poco impegnato da un attacco ospite piuttosto evanescente, il capitano ha contribuito spesso ad avviare la manovra, preferendo il lancio lungo per scavalcare la barriera calabrese a centrocampo. NON SI SCOMPONE  6

MATTERA – Con le buone o con le brutte riesce a fermare tutti gli avversari nell’area di rigore biancorossa. Anche lui avrebbe meritato un voto migliore ma sul giudizio pesa la “dormita” collettiva in occasione del primo gol. SE LA CAVA COL MESTIERE  6

NANNINI – Tante le sue sgroppate lungo la fascia sinistra, anche a supporto di Floriano ma i risultati sono stati inferiori alle attese. APPANNATO  6

PIOVANELLI – Ha iniziato giocando sulla fascia, poi a metà del primo tempo è passato al centro tra Hamlili e Bolzoni, alle spalle dei tre attaccanti, e nell’ultima mezz’ora ha lasciato il posto a Langella. HA BISOGNO DI RIPOSO 5,5

LANGELLA – Una prestazione insufficiente anche perché Cornacchini lo ha destinato sulla fascia quando ha privato la squadra degli esterni.  SPAESATO  5,5

HAMLILI – Una gara sottotono: spesso in ritardo nei contrasti con gli avversari ha fatto eccessivo ricorso  ai falli, rimediando un altro cartellino giallo. DINAMICO MA DISORDINATO  5,5

IADARESTA – Il mister lo ha inserito troppo tardi, dopo il pareggio dei calabresi. La sua stazza fisica avrebbe potuto far comodo prima. SV

BOLZONI – Non ha rappresentato il solito punto di riferimento a centrocampo, zona nella quale il Bari ha incontrato molta difficoltà nella costruzione del gioco. A RITMO RIDOTTO 6

FLORIANO – Ha confermato di trovarsi per caso in serie D, considerato che ha esibito un repertorio di gesti tecnici di alta qualità, oltre alla prontezza di riflessi nel seguire l’azione che ha portato al primo gol. ARGENTO VIVO  7

FEOLA – Ha sostituito Floriano  a metà ripresa nel vano tentativo di frenare il forcing calabrese alla ricerca del pareggio. Ha coperto una improbabile posizione da esterno di centrocampo. FIACCO 5,5

SIMERI – Si è mosso lungo tutto il fronte dell’attacco, sfiorando più volte il gol. Ottima la trasformazione del rigore. Nella ripresa è stato abbandonato da solo in avanti. SI BATTE DA LEONE 6

NEGLIA – Per buona parte del primo tempo ha giocato a fianco di Simeri, poi si è spostato sull’esterno ed è stato molto efficace con i suoi cross  verso il centro dell’area calabrese. UNA SPINA NEL FIANCO 6

CACIOLI – E’ subentrato nel finale a Neglia, ma la mossa tattica non è servita a rinforzare la difesa.  SV

CORNACCHINI – Una certa confusione tattica, unita a un evidente calo fisico e psicologico, ha impedito alla squadra di collezionare una serie di record. Con molta onestà, il tecnico si è assunto la responsabilità delle scelte non ottimali.   NON TROVA LE CONTROMISURE  5,5

Arb. COSTANZA – L’arbitro di Agrigento ha lasciato a desiderare per alcune valutazioni sui falli di gioco. Sono state comunque perplessità che non hanno avuto influenza sul risultato.  NON CONVINCE   6





About Peppino Accettura 204 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*