Le pagelle di Bari-Messina: Floriano scatenato, Brienza a sprazzi

Diamo un voto alla prestazione dei biancorossi contro i siciliani


Share

Nemmeno un Messina rinnovato e ambizioso è riuscito a frenare il Bari che, grazie alla 14^ vittoria in 18 partite, è diventata la squadra con la media punti più alta dell’intera serie D (2,56) scavalcando anche il Mantova, bloccato sul pareggio interno. Continua il duello a distanza con la Turris prima dello scontro diretto in programma il 3 febbraio.

MARFELLA –  Mai impegnato seriamente per le conclusioni dei siciliani deboli e centrali. Tempestivo e sicuro nelle uscite. Un  solo errore di valutazione su una palla ritenuta sul fondo e invece rimessa in area da Biondi. GUARDA GIOCARE  6,5

ALOISI – Il terzino è tornato in campo dopo una lunga assenza. Positiva la prestazione rivolta soprattutto a frenare sulla sua fascia le proiezioni dei giallorossi.  NON SI DISTRAE  6

DI CESARE – La coppia dei difensori centrali non perde un colpo. Bloccati tutti i tentativi di sfondamento al centro: da segnalare qualche sortita in avanti. DOMINA L’AREA  6,5   

CACIOLI – Con Di Cesare ha costituito una diga invalicabile, spazzando l’area di rigore biancorossa e svettando di testa sui cross dei siciliani. FA MURO 6,5

NANNINI – Sulla sua fascia ha giocato Arcidiacono, il migliore dei giallorossi, che   lo ha messo spesso in difficoltà soprattutto nei primi 45’. Meglio nella ripresa. SACRIFICIO E SOSTANZA  6

HAMLILI – La colonna portante del centrocampo barese. Ha cercato anche la via del gol dalla distanza ma senza fortuna nelle conclusioni. A TUTTO CAMPO 6,5

BOLZONI – Il centrocampo biancorosso si è trovato in inferiorità numerica e spesso in difficoltà per il pressing asfissiante adottato dalla formazione siciliana. Complicato impostare il gioco in quelle condizioni. GARA SENZA FRONZOLI 6

PIOVANELLO – E’ stato molto attivo in fase offensiva. Ha sciupato nel primo tempo una palla gol costruita da Floriano ma nella ripresa ha sbloccato il risultato con un colpo di testa a porta vuota.  SPINA NEL FIANCO  6,5

BRIENZA – Ancora un palo gli ha negato la trasformazione di una punizione, ma ha trovato pochi spazi per muoversi nell’affollata metà campo siciliana a causa dei frequenti ripiegamenti dei centrocampisti avversari.  A SPRAZZI  6

POZZEBON –  Ha rilevato Brienza subito dopo il raddoppio per evitare            l’arretramento del baricentro biancorosso. Ha sfiorato il gol dopo 5 minuti. NON TROVA IL GUIZZO  6

FLORIANO – In gran giornata. I suoi slalom sulla fascia sinistra sono stati irresistibili e hanno messo in crisi la difesa giallorossa. Da valutare la gravità del risentimento al polpaccio.  SCATENATO 7

NEGLIA – E’ subentrato a Floriano cinque minuti prima del riposo. Ha messo in mostra le sue qualità di contropiedista realizzando il raddoppio in maniera spettacolare.   PRONTO ALL’INSERIMENTO 6.5

SIMERI – Il voto è la media tra il 5,5 del primo tempo e il 7,5 della ripresa, quando ha perforato più volte la difesa giallorossa grazie alla sua incredibile velocità. ASSIST DECISIVI  6,5

IADARESTA – Ha giocato gli ultimi tre minuti più il recupero. SV

CORNACCHINI –  Nel primo tempo la squadra ha lasciato un po’ a desiderare sul piano del gioco, ma ugualmente ha costruito alcune palle gol non sfruttate. Curiosamente, la squadra ha sfruttato nella ripresa il contropiede sorprendendo il Messina sbilanciato in avanti. CONTANO I PUNTI  6,5

BERTINI –  Il direttore di gara di Lucca ha sempre seguito da vicino il gioco ed ha applicato con accortezza la regola del vantaggio. Giuste le cinque ammonizioni. ESEMPLARE  7






About Peppino Accettura 204 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*