A Cittanova previste festa sugli spalti e battaglia in campo


Share

E’ grande festa a Cittanova, piccolo paese calabrese, situato a 400 metri sul livello del mare, alle falde della zona nord dell’Aspromonte. Il gemellaggio annunciato tra le due tifoserie promette una giornata tranquilla sulle gradinate dello stadio “Morreale-Proto” all’insegna della più sincera sportività.

Ma sul terreno di gioco sintetico è fuor di dubbio che Bari (49 punti) e Cittanovese (28 punti) si daranno battaglia: i biancorossi puntano, come sempre, al bottino pieno con l’obiettivo di conservare inalterato (o incrementare) il vantaggio sulla Turris, impegnata contro la Sancataldese sul proprio campo, dove finora ha  vinto tutte le 10 partite giocate; i calabresi sperano di essere ricordati come i primi a battere il Bari e comunque mirano a conservare la posizione ad oggi occupata.

Infatti, le formazioni  classificate dal 2° al 5° posto potranno partecipare ai play-off per stabilire la graduatoria in caso di ripescaggi, ipotesi assolutamente da non escludere, considerato che in serie C ben 11 società sono state finora penalizzate per una serie di inadempienze e addirittura 2 (Pro Piacenza e Matera) scendono in campo con le squadre giovanili perché i titolari sono in sciopero.

La formazione di Cornacchini bada al sodo, cioè al risultato: i biancorossi continuano a collezionare vittorie (sono già 15 su 19 partite) e a guadagnare punti, allungando il vantaggio sugli inseguitori più immediati: nei nove gironi della serie D nessuna capolista ha distaccato gli avversari di 12 punti (Turris al 2° posto), di 18 (Marsala al 3°) e di 21 (il terzetto Castrovillari, Gela e Cittanovese in 4^ posizione).

Il mister biancorosso punta ad arrivare con un buon vantaggio allo scontro diretto sul campo di Torre del Greco per scaricare sui campani l’angoscioso affanno di “vincere ad ogni costo”, tormentone che invece i “galletti” si portano appresso dalla prima giornata di campionato.

La Cittanovese gioca un calcio brillante e votato all’attacco, secondo gli insegnamenti dell’allenatore Domenico Zito, un tecnico molto apprezzato tanto da essere stato confermato per il terzo anno sulla panchina, in un campionato nel quale è già un titolo di merito concludere la stagione.

I giallorossi giocano praticamente nella stessa maniera in casa (16 punti ottenuti con 4 vittorie, 2 sconfitte e 15 gol fatti) e fuori (12 punti, sempre  con 4 successi, 5 gare perse e 13 reti realizzate).

Questa condotta abbastanza spregiudicata ha consentito ai calabresi di porsi in evidenza come 4° attacco del girone (28 gol all’attivo) ma di contro collocarsi tra le peggiori difese (29 al passivo).

 Più di metà delle reti giallorosse, precisamente 15 su 28, sono state realizzate da 2 giocatori, il centrocampista Crucitti (8) e la punta centrale argentina Abayan (7). Nella classifica dei cannonieri seguono poi Postorino, ala sinistra, autore di 4  gol, la coppia composta da Ficara e Scoppetta, che hanno firmato 2 realizzazioni a testa, e infine chiudono 5 giocatori, Ansalone, Cucinotti, Napolitano, Sapone e Villa, tutti autori di 1 rete ciascuno.

La gara sarà diretta dal sig. Gabriele Scatena, 29 anni, iscritto alla sezione di Avezzano. In questa stagione ha diretto 1 gara in Coppa Italia e 12 in campionato, 2 ciascuna nei gironi B, D, E, F e G e poi Savoia – Audace Cerignola 0-2 nel girone H e Locri – Turris 0-4 nel girone I. Il bilancio complessivo della stagione lo qualifica come un arbitro poco casalingo, considerato che le squadre impegnate in casa hanno registrato solo 2 successi, i pareggi sono stati ugualmente 2 e le vittorie in trasferta addirittura 8.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta da DAZN. Fischio d’inizio alle ore 14.30 allo Stadio  “Morreale-Proto” di Cittanova.






About Peppino Accettura 195 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*