Le pagelle di Bari-Castrovillari: Hamlili trascinatore, Di Cesare non sbaglia un colpo


Share

Nel duello a distanza, Bari e Turris non perdono colpi, ma il trascorrere del tempo gioca a favore dei biancorossi, che hanno superato un ostico Castrovillari (i calabresi domenica ospiteranno la Turris). Mancano 7 turni alla fine e sono sufficienti 4 vittorie al Bari per conquistare la matematica promozione.

MARFELLA – Non ha compiuto interventi miracolosi ma ha regalato tranquillità e sicurezza alla difesa con le uscite sicure e tempestive. RASSICURANTE  6,5

BIANCHI – Con due punte veloci e scattanti come quelle calabresi ha limitato le proiezioni in avanti, curando soprattutto la marcatura. NON SI DISTRAE  6

ALOISI – Nell’ultima mezz’ora Cornacchini l’ha messo in campo, rilevando Bianchi, per dare maggiore spinta in avanti sulla fascia destra. TANTE SGROPPATE  6,5

DI CESARE –  Mette il bavaglio agli attaccanti avversari e come al solito è sempre pronto a fiondarsi nell’area di rigore avversaria. Una sua mezza girata al volo ha impegnato il portiere. NON SBAGLIA UN COLPO  6

MATTERA – Se Marfella ha vissuto una giornata tranquilla è anche merito suo. Tra i calabresi si sono alternati quattro attaccanti ma il gol è venuto solo su rigore. ESPERTO  6

QUAGLIATA – L’ex giocatore del Latina sta crescendo di partita in partita e offre un apporto concreto alla manovra biancorossa, mostrando spunti di buona classe. AFFIDABILE  6,5

HAMLILI – Finalmente il centrocampista è riuscito a segnare il primo gol che inseguiva da molte settimane. E’ il sedicesimo marcatore biancorosso. Pregevole la sua botta  da 25 metri. Ammonito, salterà la trasferta di Palmi. TRASCINATORE 6,5

NEGLIA – A metà ripresa l’attaccante ha sostituito il centrocampista italo-marocchino e il Bari si è schierato a 3 punte alla ricerca della vittoria. ATTACCA LA PROFONDITA’ 6

BOLZONI – Lucido e razionale, il suo apporto è stato come sempre prezioso in fase di impostazione. Nel finale ha lanciato tanti palloni in avanti.  ONNIPRESENTE  6,5

PIOVANELLO – Ha vivacizzato la manovra biancorossa, spingendo con continuità ed efficacia sulla fascia destra, saltando spesso l’uomo. Ha tentato senza fortuna anche la conclusione a rete. UN MOTORINO 6.5

LIGUORI – Ha giocato solo pochi minuti dopo l’uscita di Piovanello ed è stato determinante con la deviazione che ha battuto il portiere calabrese. Spettacolare la sua manifestazione di gioia. PROTAGONISTA  6,5

BRIENZA – Nel primo tempo ha trovato una certa difficoltà a muoversi nella zona centrale del campo, presidiata dai rossoneri. Nella ripresa ha leggermente arretrato la sua posizione, affiancando Bolzoni. Ed è andata meglio per il Bari. SALE IN CATTEDRA  6,5

FLORIANO – Quando l’ex foggiano decide di partire in slalom nessuno può fermarlo. L’allenatore del Castrovillari gli ha messo due difensori addosso per frenare le sue iniziative. UN PERICOLO COSTANTE 6,5

IADARESTA – Cornacchini l’ha inserito al posto Floriano nell’ultimo quarto d’ora per contare su una torre in più in area, ma il centravanti ha realizzato il gol della sicurezza di piede su passaggio di Simeri. NON SI RISPARMIA 6,5

POZZEBON – Si è impegnato a fondo cercando con insistenza il gol, battendo anche una punizione dal limite. Non è riuscito a liberarsi dalla morsa dei difensori rossoneri.  SGOMITA  6

SIMERI – Non si è allenato per 12 giorni e il tecnico biancorosso lo ha fatto partire dalla panchina. Ha calciato male il rigore e si è rifatto negli ultimi secondi di gioco dribblando in velocità il portiere e consegnando a Iadaresta la palla del terzo gol. UN GLADIATORE  6

CORNACCHINI – Le partite sono molto lunghe e si può vincere anche al novantesimo. Questa è la filosofia di Cornacchini che ha creduto sempre nella squadra, cambiando più volte l’assetto tattico nel corso della ripresa e utilizzando tutti i cambi a disposizione. VINCE CON IL CUORE  7

SCARPA – L’arbitro torinese è stato forse il peggiore visto al “San Nicola” quest’anno. Ha concesso i due rigori con molta generosità e per compensazione, ha tollerato il gioco duro e talvolta scorretto dei calabresi ed è stato avaro di ammonizioni, limitandosi a 6 cartellini gialli, 3 per parte.  IN GIORNATA NEGATIVA  4,5






About Peppino Accettura 204 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*