Cuore e carattere! Il Bari batte in rimonta per 2-1 il Gela. Mancano solo 5 punti per la promozione.


Share

Nonostante le ingenuità e alcune difficoltà, la squadra di Cornacchini ha ottenuto 3 punti pesantissimi battendo in rimonta il Gela per 2-1 in una sfida ricca di emozioni. 
Vittoria di carattere dovuta sopratutto alla caratura tecnica dei biancorossi nettamente superiore alla media della categoria. 

I pugliesi sono passati in svantaggio al 36′ del primo tempo per un gol su rigore di Ragosta per i siciliani (con espulsione del terzino Aloisi). Nella ripresa la riscossa: all’11’ il pari con un autogol di La Vardera su angolo di Floriano, e al 27′ il gol partita di Iadaresta su assist sempre di Floriano. Negli ultimi minuti si chiude in 9 contro 10: espulso Mattera nel Bari e Scicolone nel Gela. 

Bari che resta a +11 sulla Turris: mancano 5 punti alla promozione matematica.

Cronaca della partita:

50’ – L’arbitro fischia la fine del match. Bari batte il Gela per 2 a 1.

49′ – Grande contropiede del Bari avviato da Di Cesare per Iadaresta. Il centravanti serve il difensore che però si fa chiudere da Castaldo. Sulla respinta Iadaresta spara alto

48′ – Intervento durissimo di Scicolone su Langella. Rosso anche per il calciatore gelese: si chiude in 9 contro 10

47′ – Ci prova il Gela, ma il tiro di Sicignano finisce alle stelle

39′ – Super Marfella sul colpo di testa di Sowe. L’attaccante siciliano era però in offside, protesta con l’arbitro e si becca il giallo

38′ – BARI IN 9 UOMINI: Altra svolta nella partita: Mattera entra su Ragosta in ritardo. Secondo giallo, espulso il centrale: Bari in 9. Cornacchini corre ai ripari: fuori Neglia, dentro Bianchi

33′ – Si protegge ancora Cornacchini: fuori Floriano, dentro Di Cesare

27′ – Nel Bari fuori Piovanello, dentro Langella

26′ – SECONDO GOL DEL BARI: cross preciso di Floriano, Iadaresta si libera in area e di testa batte Castaldo con freddezza. 2-1 BARI

19′ – Bari vicinissimo al vantaggio: conclusione mancina di Neglia dal limite che lascia immobile Castaldo ma finisce di poco fuori. Cambio nel Gela: fuori Polito, dentro Retucci

12′ – GOL DEL BARI. Bari – Gela 1-1: Pareggio del Bari: su calcio d’angolo di Floriano la deviano almeno un paio di calciatori del Gela. L’ultimo tocco è  di La Vardera che sigla l’autogol.

10′ – Intervento durissimo di Mannoni su Neglia, niente fallo. Saltano i nervi in campo

7′ – Il Gela la mette sulla provocazione: Ragosta va addosso a Marfella e rimane a terra. Si accendono scintille fra i calciatori siciliani e il portiere del Bari, l’arbitro Croce accorre per riportare la serenità in campo ma piovono fischi dal San Nicola al momento dell’ammonizione comminata a Mattera (che era diffidato)

1′ – Squadre in campo: nel Bari fuori Brienza, dentro Iadaresta

46′ – Finisce qui il primo tempo. Ospiti in vantaggio con il rigore di Ragosta, il Bari è in 10 per l’espulsione di Aloisi

38′ – Altra occasione clamorosa per il Gela: Sowe brucia tutti in velocità sulla palla profonda di Mannoni, va con lo scavetto ma centra la base del palo. Il Bari vede le streghe

37′ – GOL DEL GELA : Aloisi interviene in maniera scomposta su Ragosta in area. Doppio giallo, espulso il terzino del Bari e rigore per il Gela trasformato da Ragosta. Marfella intuisce ma non riesce a bloccare.

35′ – Svolta nella partita: 

33′ – Dopo una fase di stanca si riaccende il Bari. Neglia fa tutto da solo, salta Polito, converge verso il centro dell’area ma la spara da posizione molto defilata. Palla fuori di poco

20′ – Fallo tattico a metà campo, giallo per Aloisi

19′ – Ancora il Bari pericoloso: punizione dalla trequarti destra di Neglia che trova la testa di Cacioli. Il tentativo del centrale del Bari si perde alto

16′ – Spettacolare azione insistita del Bari: cross dal centrosinistra di Hamlili, ci prova in rovesciata Piovanello ma il suo tentativo è troppo docile e viene parato da Castaldo

11′ – Prima palla goal vera per il Bari: lancio di Bolzoni a pescare Neglia alle spalle della difesa. Il numero 11 del Bari ci pensa un attimo di troppo e si fa deviare il tiro in angolo da Sicignano. Sugli sviluppi del corner è ancora Neglia a provarci dopo il buco del portiere Castaldo, ma la difesa respinge

10′ – Pericoloso il Gela con la verticalizzazione verso il velocissimo Sowe, chiuso in estirada da Cacioli

8′ –  Piovanello ruba palla a Brugaletta, trova Neglia che prova a servire centralmente Floriano, chiuso tempestivamente da Misale

1′ – Il signor Croce di Novara fischia l’inizio. Partiti fra Bari e Gela. Padroni di casa che debuttano con la nuova divisa rossa attaccando da destra a sinistra se si guarda il match dalla tribuna ovest. In biancazzurro tradizionale i siciliani

Il tabellino di Bari-Gela

BARI (4-2-3-1) – Marfella; Aloisi, Cacioli, Mattera, Nannini; Hamlili, Bolzoni; Piovanello (74’ Langella), Brienza (46’ Iadaresta), Floriano; Neglia. A disp.: Bellussi, Di Cesare, Bianchi, Liguori, Mutti, Turi, Pozzebon. All.: Cornacchini

GELA (4-3-3) – Castaldo; Mengoli (81’ Di Domenico), Misale, Schisciano (71’ Mileto), Sicignano, Brugaletta (85’ Dième), Mannoni, La Vardera (89’ Scicolone), Polito (65’ Retucci), Ragosta, Sowe. A disp.: Pizzardi, Selvaggio, Mauro, Costarelli. All.: Pellegrino (Brucculeri squalificato).

Arbitro: Croce di Novara
Marcatori: 35’ rig. Ragosta (G), 57’ aut. La Vardera (B)
Note – ammoniti: Aloisi (B), Mattera (B), Bolzoni (B), Ragosta (G), Sowe (G). Espulsi: Aloisi e Mattera (B) per doppia ammonizione, Scicolone (G) per condotta antisportiva. Recupero: 2’ p.t., 5’ s.t.






About Tommaso Memola 55 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

2 Comments

Rispondi a Claudio De Stefano Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*