Per il Bari obbligo senza alternative: battere il Portici


Conquistare la promozione matematica e quindi pensare già al prossimo campionato.

Sarà possibile nel pomeriggio di questa domenica delle Palme? Le speranze sono tante ma molto meno le reali possibilità, considerato che condizione necessaria, oltre al successo dei biancorossi,  il pareggio o addirittura la sconfitta interna della Turris che finora sul proprio campo ha ottenuto 14 vittorie e 1 solo pareggio.

Ospite dei campani è il Città di Messina, relegato in quart’ultima posizione e impegnato a sganciarsi dalla zona play-out, un avversario che non pare in grado di impensierire la vice-capolista.

In ogni modo il Bari (69 punti) deve pensare solo a battere il Portici (44 punti), senza fare affidamento sulla collaborazione da parte di alcun avversario. E non sarà facile perché la formazione napoletana appare in una forma smagliante: è al quarto posto della classifica parziale dl girone di ritorno, nel corso del quale ha conquistato 23 punti in 13 giornate. Meglio hanno fatto solo Turris (27), Bari (26) e Troina (24).

La marcia della formazione campana è stata discontinua: un avvio estremamente negativo l’ha lasciata in ultima posizione dopo 3 giornate, ma grazie ad una serie utile di 9 gare gli azzurri sono risaliti al 7° posto. Però 3 sconfitte consecutive, compresa quella subìta in casa ad opera del Bari, hanno segnato l’inizio di un altro periodo “nero” che ha fatto precipitare la squadra di Mauro Chianese in quart’ultima posizione alla fine del girone di andata. Infine si è verificato un pronto recupero ed attualmente, dopo tanti alti e bassi, il Portici si è insediato al 5° posto e lotta per disputare i play-off a fine campionato.    

Come le altre migliori squadre del girone, anche il Portici ha subìto l’inaspettata “presenza” del Bari che ha tolto a tutti ogni speranza di promozione. E’ capitato infatti che il neo acquisto Gennaro Sorrentino abbia avuto richieste economiche più vantaggiose e quindi abbia chiesto di essere ceduto in gennaio al Rezzato, in Lombardia, quando  era capocannoniere della squadra con10 gol all’attivo, circostanza che si è ripetuta anche per Alma del Gela e Longo della Turris, in testa alla classifica dei goleador del girone.

La partenza di Sorrentino, comunque, ha consentito alla squadra del presidente Ragosta di valorizzare elementi come il centrocampista Di Prisco, autore di 8 reti, e l’altro attaccante Improta, che ne ha firmate 7. Più staccati seguono gli attaccanti Onda (4) e D’Angelo (3) alla pari con il difensore Sall (3), vecchia conoscenza del pubblico barese per aver rivestito la maglia biancorossa in B per 2 stagioni tre anni fa. Chiudono la classifica dei 10 marcatori azzurri il centrocampista Nappo (2 gol), il difensore Sgambati e gli attaccanti Felleca e Coratella (1 gol a testa), anche quest’ultimo ex biancorosso.

Nel Bari, il rientro di Simeri dopo la squalifica potrebbe dare maggiore consistenza all’attacco, un po’ in difficoltà nelle ultime partite, che dovrebbe schierarsi con il tridente, supportato da un centrocampo più compatto in grado di coprire meglio la difesa.

Nonostante la festività, è auspicabile una folta presenza di tifosi sugli spalti, considerato che siamo ormai alla penultima partita di campionato al “San Nicola”. La gara sarà diretta dal sig. Luca Baldelli, iscritto alla sezione di Reggio Emilia. Per i suoi precedenti registrati in questa stagione non può certamente essere definito un arbitro “casalingo”: con lui, infatti le squadre di casa hanno vinto 7 delle 17 gare di serie D disputate, 3 sono stati i pareggi e pure 7 sono stati i successi delle formazioni impegnate in trasferta. Complessivamente l’arbitro emiliano ha diretto 23 partite, di cui 4 nel campionato nazionale under 17, 1 in Coppa Italia e 1 nel Torneo di Viareggio, oltre alle 17 in serie D in quasi tutti i gironi: 1 nei gironi E e F, 2 nei gironi B,  C e G, 3 nel girone A e 4 nel girone H (Taranto-Fidelis Andria 1-3, Taranto-Gravina 3-0, Cerignola-Granata 1-0 e Pomigliano-Nola 1-0).  Solo 2 sono state le designazioni nel girone I: Roccella-Cittanovese 4-1 e Gela-Turris 0-1.   In totale Baldelli in campionato ha ammonito 54 giocatori, ne ha espulsi 5 ed ha concesso 4 rigori.

L’incontro sarà trasmesso in diretta da DAZN. Fischio d’inizio allo stadio “San Nicola” alle ore 15.





About Peppino Accettura 204 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*