Tavarilli a ‘Fever of Bari’: “ I miei complimenti a Cornacchini! Il Bari dovrebbe ripartire anche dai giovani. “



Questo pomeriggio è andata in onda un’altra puntata della rubrica del sabato “Fever of bari”  di Fame of Bari .  Trasmissione in collaborazione con Bari nel pallone , condotta da Marcello Mancino coadiuvato  da  Francesco Margiotta.

In studio è intervenuto in diretta telefonica Vincenzo Tavarilli, mister della Juniores che ha rappresentato la Puglia nel torneo delle regioni.

Si è discusso , in primis, dell’ottimo campionato affrontato e concluso come seconda classificata :

”Bel lavoro svolto e ottimo risultato, staff presidente che ha messo a disposizione un ottima equipe sotto il punto di vista organizzativo e complimenti ai ragazzi carichi decisi e motivati.”

E per quanto riguarda l’SSC Bari, e il settore giovanile, da cosa si può ripartire per dar un futuro radioso ai giovani ragazzi delle scuole calcio di Bari e provincia? :

“ Il torneo delle regioni ha messo in mostra tanti ottimi ragazzi e molte risorse hanno persino raggiunto la nazionale. Le nostre risorse in puglia son enormi. Il Bari puó anche ripartire da qualche giovane presente sul territorio.”

Una battuta su Cornacchini e sulla riconferma alla guida del Bari:

“ Io confermerei Cornacchini , a cui ho fatto già i miei complimenti. D’altronde conosco molto bene Giovanni, mio compagno di corso in un Master per il conseguimento del patentino di serie A ,due anni fa. Si prende le responsabilità delle scelte e ha buone idee di gioco.”

In conclusione qual’è il ricordo piu bello da calciatore  con la maglia del Bari ?:

”I ricordi belli son tanti, in particolare mi ricordo un Bari – Monza dove feci un assist per un golvincente. Ricordo benissimo lo stadio della Vittoria dove disputai con la maglia della nazionale un’ottima partita e grazie a tale partita fui premiato come miglior giocatore del torneo.”





About Tommaso Memola 106 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

2 Comments

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*