Le pagelle di Avellino-Bari: Hamlili onnipresente, Mattera distratto



Si è conclusa prima del previsto l’avventura del Bari nella poule-scudetto, ma il confronto con altre due protagoniste del campionato di serie D ha dimostrato che i biancorossi non sono inferiori agli avversari. Decisioni arbitrali infelici ed errori di mira hanno determinato due risultati ingiusti. Ma l’unica cosa importante era la promozione e l’obiettivo è stato raggiunto. Ora tutta l’attenzione è rivolta alla prossima stagione.

MARFELLA – Impegnato poco o nulla dagli attaccanti irpini, ha subìto il gol da distanza ravvicinata. SPETTATORE   6

TURI –  Ha coperto bene la sua fascia dalle incursioni di Parisi e Da Dalt che non hanno trovato ostacoli fino a limite dell’area di rigore biancorossa.  EFFICACE NELLE CHIUSURE  6

LIGUORI –   E’ subentrato al Turi alla fine della ripresa ed ha giocato solo 6 minuti, sfiorando il gol con una fucilata che ha sfiorato la traversa.   SV

DI CESARE – E’ stato l’anima della squadra: tempestivo negli interventi in area, è uscito spesso palla al piede per avviare la manovra biancorossa. E’ stato sfortunato nelle conclusioni.  TRASCINATORE  6,5

MATTERA –  Nel primo tempo ha spazzato con sicurezza l’area barese, poi nella ripresa si è fatto sorprendere dal cannoniere De Vena nell’occasione che ha determinato il risultato. DISTRATTO 5,5

NANNINI –  E’ stato un vero e proprio stantuffo sulla fascia sinistra, correndo dall’inizio alla fine e contrastando il movimento dell’esterno biancoverde Tribuzzi.  UN MOTORINO  6,5

LANGELLA –  Inizialmente ha fatto coppia con Bolzoni a metà campo, ma il reparto ha faticato a contenere la manovra dei campani. ARRANCA  5,5

PIOVANELLO –  Ha rilevato Langella poco dopo l’inizio della ripresa, posizionandosi sulla fascia destra: ha vivacizzato il gioco biancorosso. DINAMICO 6,5

BOLZONI –  Non è riuscito a reggere un centrocampo in inferiorità numerica ed ha giocato sottotono.   STANCO   5,5

NEGLIA –  La squadra si è sbilanciata in avanti quando l’attaccante è entrato al posto Bolzoni a metà ripresa, ma l’esterno non è riuscito a rendersi pericoloso sottoporta, ad eccezione dell’azione del gol annullato.  EVANESCENTE 5,5

HAMLILI – E’ stato l’elemento da rendimento più costante: ha cominciato sulla fascia destra. Poi si è spostato al centro per dare maggior consistenza al centrocampo ed ha pure cercato il gol senza fortuna. ONNIPRESENTE  6,5

FEOLA –  Ha sostituito Hamlili allo scadere del 90’ ed è rimasto in campo nei minuti di recupero.   SV

BRIENZA –  Si è mosso con intelligenza lungo tutto il fronte d’attacco e sulla tre quarti campo, effettuando numerosi passaggi smarcati. ILLUMINANTE  6

IADARESTA – Cornacchini l’ha buttato nella mischia a poco meno di un quarto d’ora dalla fine. Si è visto solo per la sponda a Floriano il cui gol è stato annullato per fuori gioco dello stesso centravanti.   SV

FLORIANO – E’ stato autore di una serie di dribbling e serpentine che hanno messo in crisi la difesa campana, ma ha sbagliato in maniera incredibile almeno 3 palle-gol, errori che hanno influito sul risultato. SPRECA TANTO  5,5

SIMERI – E’ stato sempre molto attivo, come al solito, ma spesso ha girato a vuoto. La buona sorte gli ha voltato le spalle quando ha colpito la traversa a botta sicura.  SFORTUNATO  5,5

CORNACCHINI – Ha tentato di tutto per vincere la partita e, una volta in svantaggio, ha rivoluzionato più volte l’assetto tattico della squadra. I risultati non sono stati positivi perché il Bari ha mostrato limiti notevoli in fase di conclusione. Questa esperienza deve tornare utile all’atto della “costruzione” della squadra per affrontare il prossimo campionato.  AMAREGGIATO 6 EMMANUELE – L’arbitro toscano ha annullato 4 gol per fuorigioco, 1 all’Avellino e 3 al Bari. Di questi, molto dubbi ha lasciato quello di Bolzoni, che sembra sia in posizione regolare al momento del tiro di Simeri, respinto dal portiere. INFLESSIBILE   6





About Peppino Accettura 209 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

6 Comments

  1. Una squadra che va tutta rifatta, eccetto di tre _quattro elementi, una squadra costruita per la D ma inadeguata per la C ci vogliono 13-14 calciatori superior per la C. Il Bari ha vinto il campionato che ha investito tanto, quindi se vuole dominare la C ci vogliono tra i 7-8 milioni di euro. Vamos

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*