Berra: «Vincere aiuta a vincere! Questa piazza crea grossi stimoli. La Reggina? Sapremo farci trovare pronti…»

Le dichiarazioni del difensore friulano ai microfoni di Telebari



«Dobbiamo continuare a lavorare per noi stessi, a testa bassa, con umiltà, senza guardare troppo la classifica e gli avversari. Col tempo si può sempre migliorare e col lavoro arriveranno sempre più anche i risultati. Ci sono da fare più punti possibili per centrare l’obiettivo finale. Sarebbe una vittoria per tutti. Siamo abituati a vedere grandi società fallire ed è bello che qui l’ambizione del presidente si sposi perfettamente con quella dei tifosi, creando in noi grande entusiasmo e forte motivazione». Queste le prime parole di Filippo Berra ai microfoni di Telebari durante una trasmissione condotta dal collega Cristian Siciliani.


Quanto allo scorso successo a Rieti, il terzino destro friulano non ha nascosto la soddisfazione per aver raccolto in extremis i tre punti e ha così continuato: «E’ stata una partita difficilissima e sappiamo che sarà un campionato tosto e lungo. Ogni squadra ci vorrà dare battaglia e darà il massimo contro di noi. E’ stata poi anche una liberazione ed una soddisfazione vincere su rigore all’ultimo minuto. Vincere aiuta a vincere. Questo entusiasmo ritrovato dopo la sfida di Rieti ci aiuterà sicuramente».

Con il compagno Corsinelli si è creata una sorta di competizione che però è vista dal 24enne nativo di Udine in modo positivo: «Ci sono giocatori forti in tutti i ruoli e la competizione può solo che far bene e servire a migliorare. Con Francesco viviamo la cosa serenamente. Abbiamo un bel rapporto di amicizia e stiamo spesso insieme anche fuori dal campo. Abbiamo comunque caratteristiche differenti che possono spiccare anche a seconda di come ci faccia giocare il mister. Io posso d’altro canto anche piazzarmi da centrale avendolo fatto spesso a Vercelli. A livello personale sto ancora pagando l’infortunio patito contro la Sicula Leonzio e sto cercando di recuperare grazie anche ai nostri fisioterapisti. Non so ancora però indicare una data precisa di quando sarò a disposizione del mister per tornare a dare il mio contributo».

Il discorso si è poi spostato sulla sfida di lunedì sera contro la Reggina. «E’ una bella sfida ed entrambe le squadre giocheranno a viso aperto – ha dichiarato il numero 26 dei galletti – ci sarà anche una bella atmosfera grazie ai tifosi. È una partita molto importante, anche perché contro una delle favorite per i primi posti del campionato. Noi sapremo farci trovare pronti». Cosa ha convinto l’ex Pro Vercelli a venire a Bari? E’ presto detto: «Certamente la progettualità, ma anche l’ambizione della piazza che crea grossi stimoli in un calciatore. Per me questa è una tappa fondamentale per tentare di dare un grosso slancio alla mia carriera, per confermare il buon campionato disputato nella scorsa stagione e infine per rilanciarmi. Cosa ho apprezzato fino ad ora di questa terra? Sono riuscito a visitare e ad apprezzare Barivecchia, Alberobello e Polignano. Le trovo veramente splendide».





About Tommaso Di Lernia 347 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*