La Reggina prima big al “San Nicola”: la vittoria è d’obbligo



Contro la Reggina, nel posticipo serale, il Bari affronta la prima big in campionato. Sarà un test molto importante per capire quale sia lo stato di forma attuale della squadra che Cornacchini sta cercando di portare alla migliore condizione.


Il tecnico biancorosso ha dichiarato alla vigilia che ritiene di aver trovato l’assetto ideale dopo alcuni tentativi, ma comunque per vincere è necessario vincere i duelli individuali e correre tanto.

Proprio il cambio di ritmo è stato finora il punto debole della squadra che non ha convinto molto soprattutto in difesa e centrocampo. E’ vero però che gli inserimenti dei neo arrivati Bianco e Awa hanno reso più vivace la manovra biancorossa.

La Reggina si presenta come avversario scomodo: è una delle 2 formazioni ancora imbattute (con il Catanzaro) ed ha realizzato 9 reti in 270’ con 7 giocatori diversi. Corazza ne ha firmate 2 e Reginaldo, Sounas, Bellomo, De Francesco, Garufo e Bianchi 1 ciascuno, con l’aggiunta dell’autogol del portiere Bisogno della Cavese. Questo vuol dire che la manovra offensiva dei ragazzi di Toscano non offre punti di riferimento ai difensori avversari.

A Reggio c’è tanta voglia di riscatto. A giugno del 2016 fu decretato il fallimento della società amaranto, ma la costituzione nell’anno precedente di una società dilettantistica aveva  reso possibile il passaggio del titolo, come avvenuto a Bari, e ripartire dalla serie D con Karel Zeman in panchina. Concluso il campionato 2015/16 al 4° posto in serie D, la squadra fu addirittura  ripescata in Lega Pro. Ma il vero e risolutivo salvataggio è avvenuto a gennaio del 2018 quando l’imprenditore romano Luca Gallo, con genitori originari di Cosenza, ha deciso di acquisire la società e riacquistare il marchio con l’intento di riportare il club agli antichi splendori.

La nuova era del neo presidente prevede progetti ambiziosi e un rinnovamento radicale della squadra. In estate sono arrivati elementi di categoria ed esperienza, come il portiere Guarna, i difensori Bresciani (Livorno), Bertoncini (Piacenza), Rossi (Siena), Lojacono, Marchi, Rubin, Garufo, Rolando e Blondett, tutti svincolati, i centrocampisti Sounas, Bianchi, De Rose, Paolucci, De Francesco e Rivas e gli attaccanti Corazza, Reginaldo e Denis.

L’argentino, soprannominato El Tanque (il carrarmato), ha rappresentato il colpo grosso, arrivato nelle ultime ore di mercato. Ha compiuto 38 anni il 10 settembre scorso ma vanta dei precedenti di tutti rispetto., ha fatto coppia con Lavezzi nel Napoli e prima di tornare in Sudamerica  ha disputato 5 campionati nell’Atalanta con 156 presenze e 53 gol realizzati.

La Reggina è una squadra “nobile”, nonostante possa vantare solo una decina di presenza in serie A, è una veterana della serie cadetta e solo le disavventure finanziarie l’hanno precipitata in serie C. Nella sua lunga storia ha avuto come giocatori Nedo Sonetti, Franco Causio, Nicola Amoruso, Pirlo e Baronio. Sulla panchina calabrese sino alternati tecnici del livello di Tommaso Maestrelli, Alberto Bigon, Nevio Scala, Bruno Bolchi, Ciccio Graziani, Walter Mazzarri, Renzo Ulivieri, Beppe Pillon e Walter Novellino.

In Puglia, Bari e Reggina si sono incontrate 19 volte: i biancorossi hanno vinto 10 partite, ne hanno perse 5 e pareggiate 4, con 30 gol all’attivo e 19 al passivo.

La gara sarà diretta dal sig. Luca Zufferli, iscritto alla sezione di Udine. Ha iniziato la carriera nel 2006 e in serie C ha arbitrato 45 partite (150 ammonizioni, 14 espulsioni e 15 rigori). In questa stagione ha diretto  solo Carrarese-Alessandria (girone A) conclusa sul punteggio di 1-1. Nel campionato scorso è stato designato in 17 occasioni: 5 nel girone A, altrettante nel girone B e 7 nel girone meridionale. Il bilancio è di 8 successi per le squadre di casa, 4 per le formazioni impegnate in trasferta e 5 pareggi. Ha il cartellino “facile” in quanto ha assegnato 63  ammonizioni e 7 espulsioni, decretando 5 rigori.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da RAI SPORT ed ELEVEN  e in radiocronaca da RADIOBARI . Fischio d’inizio allo stadio “San Nicola”  alle ore 20.45.





About Peppino Accettura 223 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*