Sabbione: «Con Vivarini ora c’è voglia di imparare. Contro la Cavese non dobbiamo…»

Le dichiarazioni del difensore biancorosso ai microfoni dell'emittente barese



Anche grazie alla vittoria conseguita contro il Picerno, il Bari ha finalmente recuperato fiducia nei propri mezzi e fatto un pieno di serenità che gli ha permesso di lavorare con maggiore tranquillità in vista del prossimo impegno interno contro la Cavese.


Intercettato dai microfoni di Telebari, Alessio Sabbione ha messo in luce proprio questi concetti: «Siamo contenti per il risultato che abbiamo ottenuto perché ci dà positività per lavorare in serenità questa settimana. Credo si sia già vista qualcosina del lavoro che ci ha portato mister Vivarini. La Cavese? Mi aspetto la solita partita, giocata contro avversari che vengono qua, mettono tanta aggressività e danno tutto. Quindi anche sotto il punto di vista dell’atteggiamento non dobbiamo venire meno».

Il difensore dei galletti ha poi parlato del nuovo tecnico: «Personalmente mi sto trovando molto bene. C’è voglia di imparare qualche concetto nuovo. Sono piccoli dettagli che ci fanno fare la differenza. Per quanto riguarda noi difensori, ci chiede di non guardare la palla, insistendo sulla linea difensiva. Tutte cose che ci aiutano e che serviranno in futuro, nelle prossime partite».

In chiusura l’ex Carpi ha escluso di star pagando a livello personale lo scotto di ambientamento conseguente all’essere sceso di serie: «Difficoltà non ne ho avute anche perché riesco ad adattarmi abbastanza facilmente. In questa categoria ci ho già giocato in passato».





About Redazione barinelpallone 2317 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

6 Comments

    • Kitanketty FlorioRicci palese che sia stato confermato solo per riconoscenza. Ma dalle parole di scala si è capito che nemmeno loro erano convinti.. stato un autogol pazzesco che ci ha fatto perdere 1 mese di preparazione e primo mese di campionato

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*