Bari-Ternana, la sagra degli ex biancorossi! Defendi il più amato, Vantaggiato lo spauracchio. Tante le meteore…



Sono tantissimi i giocatori della Ternana che hanno vestito la maglia del Bari. Domenica torneranno a respirare l’aria del “San Nicola” il difensore Suagher, i centrocampisti Defendi, Furlan e Salzano, nonché gli attaccanti Partipilo e Vantaggiato.


VANTAGGIATO IL PIU’ TEMUTO – La punta brindisina è un’autentica bestia nera. Il 35enne è cresciuto proprio nelle giovanili biancorosse e ha fatto il suo esordio con la maglia pugliese in Coppa Italia il 21/01/03, in occasione del Quarto di ritorno pareggiato 0-0 in casa contro la Lazio che costò l’eliminazione dalla competizione. L’esordio in campionato avvenne solo 5 giorni dopo quando giocò 8 minuti nella sfida interna contro la Triestina terminata 2-1 per gli ospiti. Tra campionato e Coppa, sono state ben 66 le sue presenze nelle file dei galletti, condite da 10 reti. Da avversario, però Vantaggiato, sembra avere il “dente avvelenato”. Contro il Bari, infatti, l’attaccante è andato a segno ben 7 volte: due con la maglia del Pescara (quando il 17/02/2007 ribaltò da solo il risultato, dopo l’iniziale vantaggio barese di Scaglia) e del Livorno (in occasione del 5-2 inferto dai toscani ai baresi il 07/02/2015), ed uno con le maglie di Rimini, Parma e Padova.

DEFENDI IL PIU’ AMATO – L’ex più amato dai tifosi del Bari è certamente Marino Defendi. Nel periodo compreso dal 2011 al 2016, il bergamasco (che ha anche rivestito a lungo il ruolo di capitano) ha collezionato ben 171 presenze con i galletti, andando anche a segno in 10 circostanze. Il suo esordio “barese” risale al 27/08/11 in occasione di un Bari-Varese terminato a reti bianche. Indimenticabile per lui la “meravigliosa stagione fallimentare” (Serie B 2013/14) quando i galletti scalarono la classifica prepotentemente, dalla zona retrocessione fino a centrare i playoff, nonostante una situazione societaria disperata, culminata appunto col fallimento. Defendi torna in quella che è stata per 5 anni la sua casa e lo fa per la terza volta. Sempre con la casacca delle fere, il 34enne ha rimediato già due sconfitte: 3-1 il 18/02/17 e 3-0 il 23/09/17.

UNICO BARESE, MA SOLO SCONFITTE! – E’ l’unico ad essere nato a Bari, ma ha vestito solo due volte da professionista la maglia biancorossa. Anthony Partipilo è cresciuto nel settore giovanile dei galletti ed ha esordito in prima squadra il 15/12/12, ma non fu un giorno da ricordare per l’attaccante perché la squadra allenata allora da Vincenzo Torrente perse malamente in casa contro il Novara per 3-1. Dopo tante panchine, l’altra sua apparizione risale al 09/08/15 ed anche in quel caso la sua presenza in campo coincise con una sconfitta. Si giocava il 2° turno di Coppa Italia e il Foggia sbancò il “San Nicola” per 2-1. I gol furono messi a segno da Gigliotti e Floriano per i rossoneri e da Defendi per il Bari. Due di quei tre giocatori faranno parte della sfida di domani.

TANTI I DIFENSORI – Tre sono i difensori della Ternana che hanno giocato nel Bari, ma solo uno ci sarà domani al “San Nicola”. Emanuele Suagher è l’unico convocato da Gallo anche se la sua avventura in biancorosso è racchiusa nelle sole 6 presenze collezionate da febbraio a maggio del 2017 con Stefano Colantuono in panchina. Salteranno invece il match di domani l’infortunato Simone Sini (che nel 2011 collezionò solo 2 presenze nella formazione guidata da Vincenzo Torrente, brava a salvarsi in B nonostante 6 punti di penalizzazione, e che il 3 marzo dell’anno successivo subì un grave infortunio al menisco destro con inevitabile conclusione anticipata della stagione) e Mobido Diakité, ancora ai margini della rosa anche per alcuni piccoli problemi fisici (che nella stagione 2017/18 ha giocato 10 incontri con i galletti guidati allora da mister Fabio Grosso).

I CENTROCAMPISTI – Oltre a Defendi, hanno calcato (seppur per meno tempo) il terreno del “San Nicola” anche altri due centrocampisti. Aniello Salzano ha collezionato 23 presenze tra le stagioni 2016/17 e 2017/18. Il 28enne napoletano ha segnato anche due gol, entrambi su rigore, in occasione dell’indimenticabile 3-4 a Benevento il 24/02/2017 e ad Avellino nel finale di campionato. La rottura del legamento crociato nel febbraio del 2018 segnò la fine della sua stagione e della sua avventura a Bari. Federico Furlan giunse alla corte barese di mister Roberto Stellone nell’estate del 2016, carico di aspettative che però furono quasi del tutto disattese. Per il 28enne di Montebelluna furono 32 le presenze collezionate in due anni impreziositi da un solo gol (tra l’altro decisivo, in occasione dell’1-0 ottenuto dal Bari nella gara contro il Frosinone dell’11/03/17). Nel settembre del 2018 passò al Brescia senza grossi rimpianti da parte dei tifosi biancorossi.





About Tommaso Di Lernia 377 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*