LA PRESENTAZIONE DELLA GARA – Il Bari a Catania per la continuità di risultati …



Nel breve giro di 8 giorni, il Catania è il terzo avversario del Bari che , dopo Avellino e Catanzaro, ha appena cambiato allenatore. Sulla panchina rossoazzurra infatti da martedì siede Cristiano Lucarelli, che ha sostituito Andrea Camplone, il quale a sua volta era subentrato a Sottil a luglio, prima dell’inizio del campionato.


Questa vicenda testimonia in quali difficoltà si dibatte la gloriosa società siciliana. Considerato che le prime della classifica viaggiano a un ritmo assai sostenuto, il Bari comunque non può permettersi battute d’arresto: i biancorossi devono approfittare di ogni minima debolezza degli avversari per rispettare la continuità nei risultati e conquistare punti preziosi per non perdere terreno nei confronti dei diretti concorrenti alla promozione.

A Catania la squadra di Vivarini cercherà di imporre subito il proprio gioco o imposterà una gara di contenimento per colpire a sorpresa? I siciliani, mercoledì sera, con Lucarelli per la prima volta in panchina, si sono fatti raggiungere dal Bisceglie (gol di Ebagua) al 90’: è stato il primo punto perso in casa  dopo 4 successi consecutivi  senza subìre alcuna rete!

Ma il bilancio dei siciliani al “Massimino” resta comunque tutto sbilanciato a loro favore: sul terreno di casa hanno ottenuto 13 dei 16 punti totali.

Nell’ultima gara contro il Catanzaro, i biancorossi hanno mostrato alcune esitazioni soprattutto in fase di “aggressione” agli avversari a centrocampo. Hanno così consentito ai calabresi di far registrare un maggior possesso palla, ma il prolungato palleggio si è rivelato sterile, considerato che i tiri verso la porta di Frattali sono stati pochissimi.

Vivarini è alle prese con i problemi a centrocampo, reparto in cui è dubbia la presenza di Bianco e Scavone, oltre all’assenza certa di Hamlili.

Tra i siciliani il miglior cannoniere è il centrocampista Lodi, autore di 5 reti (2 su rigore), seguito dagli attaccanti Di Piazza e Mazzarani. Seguono nettamente staccati Bucolo, Mbende, Rizzo, Sarno e Welbeck, tutti con 1 gol a testa. C’è poi da aggiungere l’autorete a favore di Marzorati della Cavese, per un totale di 19 reti all’attivo.

La difesa è però il punto più debole: in 11 gare ha incassato 20 reti. Peggio hanno fatto solo Rieti (23) e Rende (22).

I precedenti tra le due squadre sono tutti a favore dei siciliani: 23 gare giocate a Catania e solo 4 vittorie e 4 pareggi per il Bari, contro 15 sconfitte, 10 gol segnati e 32 subìti. Ma negli ultimi 15 anni i biancorossi hanno fatto registrare solo 2 partite perse e ben 3 successi, l’ultimo in serie B a ottobre del 2014 con gol di Caputo e doppietta di De Luca. Per i siciliani Rosina trasformò 2 rigori.

La gara sarà diretta dal sig. Matteo Marchetti, iscritto alla sezione di Ostia Lido. Non ha mai arbitrato gare del Bari, ma pare che l’arbitro romano sia un elemento sul quale i vertici della categoria puntano molto: infatti in questa stagione è stato sempre designato per partite che vedevano impegnate le capolista o comunque formazioni di alta classifica. Per ora sono 5 le presenze: nel girone A, alla seconda giornata Olbia (9°) – Giana Erminio (17°) 2-1 e poi Arezzo (13°) – Monza (1°) 0-4; nel girone B Padova (1°) – Carpi (2°) 0-0 e Triestina (14°) – Padova (1°) 2-0; infine nel girone C Ternana (1°) – Reggina (2°) 1-1. Il bilancio di queste 5 partite è di 16 ammonizioni, 1 espulsione e 1 rigore concesso. Nella stagione passata ha diretto nel girone meridionale 2 gare di Catanzaro, Vibonese, Potenza, Catania e Juve Stabia e 1 partita di Cavese, Virtus Francavilla, Reggina e Trapani, per un totale di 7 presenze. Complessivamente, in Lega Pro il suo bilancio è il seguente: 55 partite arbitrate, 178 cartellini gialli, 15 rossi e 10 rigori fischiati. L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da   ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIOBARI . Fischio d’inizio allo stadio “Angelo Massimino” alle ore 15.





About Peppino Accettura 233 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*