Statistiche e curiosità – La zona play-off, la gestone Vivarini e l’appuntamento fisso del Bari…



Dopo la 13a giornata di campionato, diamo qualche nota statistica.


LA LUNGA CODA DEI PLAY-OFF – Il passo falso contro la Vibonese è costato al Bari lo scivolamento in quinta posizione in classifica e il distacco dalla capolista Reggina è salito a 8 punti. Si profila a questo punto la possibilità che la squadra biancorossa finisca coinvolta nei play-off. A questa lunga coda del campionato parteciperanno 28 formazioni, le 9 di ogni girone classificate dal 2° al 10° posto più la vincitrice della Coppa Italia di serie C. Per guadagnare la promozione, queste formazioni giocheranno da un minimo di 5 partite ad un massimo di 8, in quanto le migliori classificate sono esonerate dai primi turni di qualificazione. Sono previste infatti 3 fasi: la prima è la fase girone nella quale si affronteranno dapprima tra loro le 18 squadre classificate dal 5° al 10° posto in ogni girone. Quindi entrano in gioco le squadre classificate al 4° posto. La seconda è la fase nazionale: al primo turno parteciperanno anche le classificate al 3° posto e al secondo turno le classificate al 2° posto.  Alla Final Four prenderanno parte le 4 rimaste in lizza che si giocheranno l’unico posto valido per la promozione in gare di andata e ritorno. Il meccanismo, come si vede, è assai complesso ed è fuor di dubbio che le 28 squadre  disputeranno un mini torneo davvero massacrante.

GESTIONE VIVARINI – Nelle ultime 8 giornate, da quando cioè Vivarini ha assunto la guida della squadra, il Bari non ha subìto sconfitte, impresa che è riuscita solo alla Reggina, imbattuta addirittura dall’inizio del campionato. Nel periodo della “gestione Vivarini” i biancorossi hanno ottenuto 16 punti e viaggiano dunque al ritmo di 2 punti a partita. Il rendimento nella “gestione Cornacchini” è stato inferiore, precisamente 1,4 punti a gara (7 in 5 giornate).

APPUNTAMENTO FISSO CON IL GOL IN CASA – Con i 2 gol segnati domenica alla Vibonese, il Bari è arrivato a quota 13 reti realizzate al “San Nicola”. Sono 6 le squadre che dall’inizio del campionato non hanno mai mancato l’appuntamento con il gol tra le mura amiche. Tre di loro hanno disputato 7 gare interne, Bari, Viterbese e Teramo; le altre 3 hanno giocato 6 volte in casa, Reggina, Casertana e Paganese. Quest’ultima formazione domenica scorsa doveva ospitare il Catania, ma la partita è stata rinviata per impraticabilità del campo.   





About Peppino Accettura 233 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*