LA PRESENTAZIONE DELLA GARA – Bari: nessun passo falso a Pagani



Tre punti  sono l’unico obbiettivo  del Bari sul campo della Paganese.


E’ inutile nascondere la realtà: i biancorossi devono ripetere l’impresa di Bisceglie e tornare a casa con una  vittoria se hanno come obbiettivo avvicinarsi per poi raggiungere la capolista Reggina, favorita anche dalle circostanze. Infatti i giocatori del Rieti hanno minacciato di non scendere in campo contro i calabresi in segno di protesta per il grave ritardo nel pagamento degli stipendi.

Ogni altro risultato può rappresentare un passo falso e la squadra di Vivarini non può permettersi alcuna distrazione perché anche le altre concorrenti alla promozione diretta stanno marciando ad un ritmo elevato.

A parte i calabresi che in media hanno ottenuto oltre 2,4 punti a partita, gli altri 4 inseguitori, Ternana, Monopoli, Potenza e Bari, sono compresi nel breve spazio di 3 punti e viaggiano ad una media intorno ai 2 punti ogni 90’.

Nel giro delle scommesse, il Bari è favorito, in quanto la quota della vittoria in trasferta è circa la metà di quella di un successo della Paganese. Evidentemente dagli esperti è stata apprezzata la prestazione della squadra biancorossa, che finalmente ha potuto contare su un centrocampo di sicuro affidamento, grazie ai rientri di Hamlili e Bianco, che si sono affiancati a Schiavone, peraltro non ancora al 100% della condizione fisica.

La Paganese, comunque, non va sottovalutata pur se è ai margini della zona play-out. I campani non hanno mai perso sul proprio campo (come Reggina,Teramo, Catania e Casertana) ed hanno ottenuto 15 punti, come il Bari, segnando con una regolarità impressionante in tutte le 6 partite giocate. Sul terreno del “Marcello Torre” gli azzurrostellati hanno realizzato 15 reti (2 in più di quante ne ha segnato il Bari al “San Nicola”).

In totale le reti all’attivo per i campani sono 21, realizzate da 9 giocatori diversi: non c’è un cannoniere particolare, perché sono in 3 ad aver firmato 4 gol a testa. Si tratta del senegalese Diop, del difensore Schiavino e del capitano Scarpa (1 rigore) che nel giugno scorso ha compiuto 40 anni e sta mostrando una vitalità davvero eccezionale. Li segue Alberti (1 rigore) con 3 realizzazioni, poi viene un altro difensore, Panariello, autore di 2 reti. Infine chiudono questa classifica il brasiliano Caetano Calil, Mattia, Perri e Sbampato, andati tutti in gol una volta a testa.

I precedenti ufficiali in Campania tra le due squadre sono davvero pochissimi, uno in Coppa Italia a dicembre del 1976 e un altro in serie C, ad aprile del 1977. Sono state altrettante sconfitte per il Bari con 3 gol subìti e nessuno realizzato.

La partita sarà diretta dal sig. Andrea Colombo, iscritto alla sezione di Como. E’ un arbitro che certamente non può essere definito “casalingo” perché in questa stagione ha fatto registrare nelle 7 presenze ben 4 vittorie per le squadre impegnate in trasferta, 2 pareggi e soltanto 1 successo per le formazioni impegnate in casa. Le partite arbitrate sono state 1 nel girone A (Siena-Carrarese 0-2), 3 nel girone B (Cesena-Sambenedettese 1-3, Reggio  Audace-Rimini 2-2 e Virtus Verona-Piacenza 0-0) e ancora 3 nel girone meridionale (Rieti-Ternana 1-3. Viterbese-Catanzaro 2-1 e Rende-Potenza 0-1). Il bilancio complessivo in serie C è di 33 partite dirette, con 135 ammonizioni, 8 espulsioni e 11 rigori concessi. L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da   ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIOBARI . Fischio d’inizio allo stadio “Marcello Torre” alle ore 15.





About Peppino Accettura 257 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*