Schiavone: «Grande vittoria e dimostrazione di essere un gruppo compatto. Se mi manca il gol? Dovrei provarci di più, ma da mezzala…»

Le dichiarazioni del centrocampista dei galletti dopo la vittoria del Bari contro la Paganese



Ha in qualche modo inciso sull’1-0 conseguito dal Bari a Pagani.


Andrea Schiavone è stato l’autore del tiro che ha poi portato al gol decisivo di Antenucci e questo è per lui motivo di orgoglio, come dichiarato al termine della gara ai microfoni di Radiobari: «Sono riuscito a conquistare una seconda palla sui 25 metri e sono riuscito a calciare bene. Il portiere è stato bravo e sulla respinta è arrivato Simone (Simeri n.d.r.) che ha messo una grande palla in mezzo per Mirco (Antenucci n.d.r.) e abbiamo realizzato un bel gol».

I tre punti conquistati su un campo così difficile meritano un pizzico di autocelebrazione: «Questa è stata una grande vittoria anche per le condizioni del campo. Continuava a piovere e il terreno era pesante al punto da non riuscire a stare in piedi. Siamo stati bravi a vincere con carattere e siamo riusciti a rimanere alti per novanta minuti e a mettere pressione continua, costringendo sempre la Paganese a buttare via palla. Credo sia stata una bella prestazione di squadra e abbiamo dato dimostrazione di essere un gruppo compatto. Devo fare i complimenti anche a chi è entrato perché ci ha dato una grossa mano».

Vincenzo Vivarini l’ha schierato oggi da mezzala, preferendo Bianco al centro, ma il centrocampista torinese non è scontento della scelta del tecnico: «Il mister sta provando a spostarmi come mezzala ed io onestamente  mi sto trovando bene anche perché riesco comunque a giocare in mezzo al campo e a dare una mano a Raffa (Bianco n.d.r.) nell’impostazione. Anche se in un ruolo diverso, riesco in ogni caso a mettere in mostra quelle che sono le mie qualità. Sto bene fisicamente e riesco a fare delle cose diverse rispetto a quando gioco davanti alla difesa. Non c’è quindi alcun tipo di problema. L’importante era fare tre punti oggi e quindi sono contentissimo».

Al numero 23 dei galletti manca indiscutibilmente il sapore del gol e non si fa problemi ad ammetterlo in chiusura di intervista: «E’ chiaro che mi roda non aver fatto gol su quel tiro! La rete mi manca e in queste partite sono riuscito poche volte ad arrivare alla conclusione. Giocando da mezzala, forse mi potrei trovare più vicino alla porta e devo cercare di provarci di più. Il tiro da fuori è una delle mie qualità e devo sfruttarla al massimo. In partite come quella di oggi, si può far gol e vincere anche con un tiro da fuori, una respinta o un rimpallo. Mi dispiace quindi non avere fatto gol, ma sono contentissimo per la vittoria».





About Tommaso Di Lernia 377 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*