Finalmente Bari! Battuto 2-1 il Potenza e terzo posto agganciato…



BARI – Nella partita di cartello tra Bari e Potenza, valevole per la 18a giornata del campionato di Serie C, i galletti riescono a vincere per 2-1 e a raggiungere in classifica al terzo posto sia lucani che la Ternana a quota 36. Tre punti importantissimi per i biancorossi che finalmente sfruttano il fattore campo e che quantomeno non perdono ulteriore terreno nei confronti della inarrestabile capolista Reggina e del sorprendente Monopoli che volano sempre più a gonfie vele.


LE FORMAZIONI
Mister Vivarini può contare su tutti gli uomini avendo recuperato sia Costa che D’Ursi. Nonostante l’abbondanza, il tecnico biancorosso riconferma in blocco la squadra vista nelle ultime uscite. Di Cesare e Sabbione comandano la difesa, con Perrotta ancora preferito a Costa sulla sinistra. A centrocampo il faro è Bianco, affiancato da Hamlili e dall’unica novità di giornata costituita da Scavone, mentre Terrani funge da trequartista, a supporto del duo d’attacco Simeri-Antenucci.
Mister Raffaele deve rinunciare al solo Panico e conferma il solito 3-4-3. In porta c’è Breza, mentre a centrocampo l’escluso risulta essere Coppola, con Ricci e Dettori al centro, affiancati da Coccia e Silvestri, preferito a Sepe. Nel trio offensivo c’è Murano che tempo fa fu’ accostato al Bari nell’ambito di alcune voci di mercato.

LA PARTITA
Il Bari parte in quarta e al 3′ Simeri manda oltre la traversa calciando dal limite dell’area. Dopo un pressing pressoché costante da parte dei padroni di casa, il gol arriva al 20′ quando Hamlili pennella un cross dalla trequarti per il numero 9 dei galletti che di testa anticipa Breza in uscita e sigla l’1-0. Il vantaggio non appaga gli uomini di mister Vivarini che continuano a spingere e che al 26′ trovano il raddoppio. Terrani entra in area, accentrandosi dalla sinistra, supera un avversario e di destro trova l’angolino sul palo opposto con un destro a giro imparabile. Gli ospiti abbozzano una timida reazione e al 35′ trovano il gol che riapre il match. Emerson prende la mira dalla distanza e lascia partire un missile terra area di sinistro che si infila nel sette, alla destra di un Frattali immobile e sorpreso dalla prodezza balistica del difensore brasiliano. Prima dell’intervallo Antenucci prova a scuotere i suoi compagni mettendo al centro per Terrani che di testa colpisce bene, ma la deviazione in corner di un avversario salva la porta lucana.
La ripresa comincia con Scavone in campo al posto di Schiavone e, per il Potenza, con Vuletich e Viteritti al posto rispettivamente di Isgrò e Ferri Marini. Murano incrocia bene, ma il suo rasoterra si spegne sul fondo e, nell’azione successiva, Hamlili si fa ammonire per un fallo su un calciatore rossoblù. La squadra di mister Raffaele insiste e ci prova all’8′ con una conclusione di Viteritti che colpisce il paletto esterno della rete. Simeri non sfrutta a dovere un contropiede prima che l’allenatore dei galletti al 21′ richiami Hamlili e Terrani in panchina per inserire Awua e Floriano. Subito dopo le sostituzioni, Dettori scalda i guanti di Frattali con una conclusione velenosa dai 20 metri, respinta a mani aperte dall’estremo difensore dei pugliesi. I rossoblù sono sempre più pericolosi e Vivarini decide di cautelarsi sostituendo Simeri con Costa che va a completare il nuovo centrocampo a 4: in attacco ci sono ora Floriano e Antenucci. La contromossa degli ospiti è rappresentata dall’ingresso di França al posto di Murano e il centravanti sudamericano per poco non pareggia subito dopo, con un colpo di testa, e al 38′ con un rasoterra bloccato prontamente dal portiere barese. Nel concitato finale, entra anche Neglia al posto di Antenucci, mentre i lucani protestano vibratamente per un dubbio tocco di mano in area di Costa. Dopo 4 minuti di recupero, l’arbitro decreta la fine delle ostilità e il tredicesimo risultato utile consecutivo dei biancorossi. Domenica prossima c’è la Casertana in trasferta e altri tre punti da conquistare sul difficile campo dei campani, capaci di vincere oggi a Terni.

Tabellino
BARI-POTENZA 2-1
BARI (4-3-1-2): Frattali; Berra, Sabbione, Di Cesare, Perrotta; Hamlili (dal 21′ st Awua), Bianco, Scavone (dal 1′ st Schiavone); Terrani (dal 21′ st Floriano); Simeri (dal 33′ st Costa), Antenucci (dal 45′ st Neglia). A disposizione: Marfella, Esposito, Corsinelli, Folorunsho, Kupisz, D’ursi, Ferrari. Allenatore: V.Vivarini.
POTENZA (3-4-3): Breza; Sales, Giosa, Emerson; Coccia (dal 13′ st Sepe), Ricci, Dettori, Silvestri (dal 39′ st Coppola); Isgrò (dal 1′ st Vuletich), Murano (dal 34′ st França), Ferri Marini (dal 1′ st Viteritti). A disposizione: Ioime, Di Somma, Iuliano, Arcidiacono, Longo, Gassama, Souare. Allenatore: G.Raffaele.
ARBITRO: sig. D.Paterna della sez. di Teramo. Assistenti: sig. G.Basile della sezione di Chieti e sig. G.Di Giacinto della sezione di Teramo.
RETI: al 20′ pt Simeri (B), al 26′ pt Terrani (B), al 35′ pt Emerson (P).
AMMONITI: Hamlili, Di Cesare e Costa (B); Vuletich, Ricci e Viteritti (P).
NOTE: clima freddo, terreno in ottime condizioni; spettatori: 13.316 (5.510 paganti, di cui 1.290 ospiti, e 7.806 abbonati); angoli: 3-3; recuperi: 2′ pt e 4′ st. Il Bari ha giocato col lutto al braccio per commemorare la morte dell’ex DS biancorosso Franco Janich.





About Tommaso Di Lernia 400 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*