Calabro (all. Viterbese): «Non mi escono le parole, è stata una coltellata! Deluso per la mancata vittoria. Il gol di D’Ursi…»

Le dichiarazioni a caldo di Antonio Calabro, allenatore della Viterbese, dopo la gara contro il Bari



Al termine della gara contro il Bari, Antonio Calabro non riesce proprio a darsi pace e a capacitarsi della vittoria sfumata proprio all’ultimo istante di gioco.

Queste le amare dichiarazioni a caldo in conferenza stampa dell’allenatore della Viterbese: «Non mi escono le parole, è stata una coltellata! Devo fare i complimenti a questi miei splendidi ragazzi che hanno messo in difficoltà il Bari. Non so se oggi raggiungevamo un’età media di 23 anni e, nonostante le tante defezioni, le problematiche, il mercato in corso e il blasone di un avversario importante, penso che questa squadra avrebbe meritato un risultato pieno. Non parlo della partita, ma di quello che abbiamo messo in campo. Il pubblico ha capito la situazione ed ha esortato la squadra perdonandole qualche errore tecnico».

Il tecnico salentino di Galatina ha poi fatto qualche cenno più approfondito sul match: «Alla vigilia non saremmo mai potuti essere così presuntuosi da pensare di fare la partita. Ci sono stati anche dei momenti nei quali abbiamo prodotto qualcosa di importante a livello di ampiezza e di fraseggio, ma la gran parte della partita l’avevamo preparata in maniera diversa e non avremmo potuto fare altro».

Sul gol del pareggio di D’Ursi, il mister dei leoni laziali non ha potuto che avere parole di elogio: «Ha fatto un gran gol di coordinazione e qualità. Quella palla dalla fascia non deve essere permessa e quel cross non sarebbe dovuto arrivare. I miei uomini hanno però fatto quello che avevo chiesto loro e mi hanno dato soddisfazione dal punto di vista tattico. Durante l’arco della gara non mi sono mai preoccupato. Se il Bari fosse ancora in vacanza? Non credo proprio e non ha certamente neanche sottovalutato la gara perché avrebbe potuto recuperare punti preziosi sulla capolista. Siamo stati noi bravi a non far uscire la sua qualità». L’ex Carpi ha infine spiegato quanto abbiano pesato i tanti giocatori indisponibili: «Le assenze ci hanno anche penalizzato in termini di alternative. Se nel finale avessimo avuto in panchina un’altra punta, l’avrei inserita permettendo di allungarci e di colpire segnando anche il secondo gol. Non ricordo un tiro in porta del Bari nel primo tempo! E loro ultimamente hanno tirato molto in porta, sia in casa che in trasferta. Vista la situazione, alla vigilia avremmo firmato col sangue per il pareggio, che ottenuto contro il Bari è un risultato importante, ma ora torno a casa un po’ deluso per la mancata vittoria».





About Redazione barinelpallone 2848 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

12 Comments

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*