PRESENTAZIONE DELLA GARA – Bari alla ricerca oggi dei 3 punti nel duello a distanza con Reggina e Ternana…



Il Bari torna al “San Nicola” a distanza di 3 giorni dalla vittoria sul Rieti per guadagnare altri 3 punti contro la penultima della classifica. I biancorossi giocheranno con un orecchio ai risultati di Reggio Calabria e Terni, confidando in una impresa della Virtus Francavilla e del Rieti per avvantaggiarsi nei confronti degli avversari più diretti.


E’ fuor di dubbio che sia scontato il successo sulla Sicula Leonzio (peggiore difesa dopo quella del Rieti e peggiore attacco dopo quelli di Rende e Bisceglie) ma comunque la compagine bianconera non deve essere sottovalutata: la partita va chiusa quanto prima, non solo per evitare le apprensioni di domenica scorsa, ma anche per non sprecare inutilmente le energie in vista dello scontro di Reggio Calabria.

Contro i siciliani Vivarini, avrà a disposizione il secondo neobiancorosso, quel Laribi che, insieme all’ex catanzarese Maita, darà maggiore consistenza al centrocampo biancorosso, sia in fase di filtro delle manovre avversarie sia al momento di avviare le azioni offensive.

La formazione siciliana ha conquistato in trasferta solo 4 punti, frutto di altrettanti pareggi ottenuti a Potenza, Caserta, Picerno e, domenica scorsa, a Pagani. Proprio nella città campana ha fatto ritorno sulla panchina Vito Grieco. Il tecnico molfettese nell’ottobre scorso era stato sostituito da Bucaro, ma è stato richiamato dopo la serie di risultati negativi, compresa la pesante sconfitta interna subìta per 2-7 ad opera della Vibonese.

Particolare curioso: la Sicula Leonzio ha battuto ben 6 rigori a favore, solo 1 in meno del Bari, e tutti trasformati: Lescano e Scardina ne hanno realizzati 2 a testa e Sicurella e Bollino 1 ciascuno. I penalties contro sono stati invece 4: il portiere Nordi ne ha neutralizzati 2, a Jefferson del Monopli e Emerson del Potenza. E’ stato invece battuto dal dischetto da Antenucci e Giannone del Catanzaro.

Sono appena 9 i giocatori bianconeri che hanno realizzato i 19 gol all’attivo. Capocannoniere è l’italo-argentino Lescano con 5 centri, seguito da Scardina (4), Grillo (3) e Sicurella 2). Infine sono i 5 ad aver firmato 1 sola rete: De Rossi, Petta, Bariti, Palermo e Bollino.

Non ci sono precedenti tra le due squadre in Puglia. L’unico confronto è quello del girone di andata a Lentini. Era la gara d’esordio nel campionato di serie C per il Bari reduce dalla promozione dalla serie D. Poco prima del riposo Antenucci mise a segno il suo primo rigore (ora sono 7) e poi negli ultimi minuti di gioco D’Ursi raddoppiò battendo il portiere con un incredibile pallonetto dalla distanza a conclusione di uno splendido contropiede.

La partita sarà diretta dal sig. Filippo Giaccaglia, iscritto alla sezione di Jesi. E’ alla prima stagione in serie C: ha esordito il 25 agosto alla prima giornata di campionato a Rimini. Complessivamente ha diretto finora 7 partite, 1 nel girone A (Siena-Pro Vercelli 0-1), 4 nel girone B (Rimini-Imolese 2-1. Triestina-Ravenna 0-1, Rimini-Ravenna 1-2 e Arzignano-Cesena 0-1) e 2 nel girone C (Avellino-Bisceglie 0-1 e Picerno-Teramo 3-1). Come si dice a Bari, è un arbitro “amante dei forestieri”, considerato che finora ha fatto registrare solo 2 successi per le squadre di casa, addirittura 5 vittorie per le formazioni impegnate in trasferta e nessun pareggio; 38 sono i cartellini gialli, nessuna espulsione e 2 i rigori concessi. I precedenti con il Bari sono 2 successi l’anno passato in serie D, contro la Cittanovese al “San Nicola” e a San Cataldo, e la vittoria ad agosto scorso contro la Paganese nella fase a gironi di Coppa Italia di serie C.

L’incontro sarà trasmesso in diretta TV da ELEVEN SPORTS e in radiocronaca da RADIOBARI . Fischio d’inizio allo stadio “San Nicola” alle ore 20.45.





About Peppino Accettura 272 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*