Vivarini: «Il Francavilla ha una sicurezza disarmante, ma noi dobbiamo sviluppare il nostro gioco. Mercato? Sono molto soddisfatto…»



Prima della partita interna contro la V.Francavilla, Vincenzo Vivarini ha tenuto la consueta conferenza stampa durante la quale ha parlato con i giornalisti presenti di diversi argomenti.


L’allenatore del Bari ha spiegato innanzitutto il tipo di lavoro che ha impostato col gruppo nel corso della settimana appena trascorsa: «Abbiamo insistito molto su quello che non è andato bene nelle partite precedenti e abbiamo trovato molti input sulle cose da sistemare, soprattutto sul possesso palla. È chiaro che il mercato ci ha portato altri pensieri, ma da parte mia e della squadra c’e stata grande attenzione a preparare una partita complicata contro una squadra molto in forma».

Il prossimo avversario non è da sottovalutare affatto, anche perché è stato uno dei pochi a dare un dispiacere ai biancorossi in questo campionato in occasione della gara d’andata, quando si imposero per 1-0. Il tecnico predica prudenza: «A Reggio hanno fatto una gara straordinaria, bisognerà fare attenzione perchè è una squadra che lavora in maniera definita, sia in fase di possesso che di non possesso, hanno atteggiamento atipico a tutto campo con una sicurezza disarmante nel gioco, ma possiamo dire la nostra. Occorre sviluppare il nostro gioco e comandare in campo. Se lasciamo a loro si fa dura».

Sul leggero calo accusato dai suoi uomini in questo nuovo anno, il mister dei galletti traccia la strada per recuperare la forma di qualche mese fa: «La sosta ci ha tolto qualcosa, bisogna lavorare in modo feroce per ottenere il massimo, giocare bene con idee chiare. Sincronia e fluidità devono crescere come anche l’inserimento dei nuovi sarà da ottenere il prima possibile. La motivazione è fondamentale, credere nel progetto e lavorare in ottica obiettivo di squadra e non individuale è un aspetto prioritario a tutti i livelli. Poi le risposte le darà sempre il campo; ora parte un nuovo campionato».

Il 53enne abruzzese ha infine commentato le operazioni di mercato portate a termine dalla società. «Sono molto soddisfatto – si legge sul sito ufficiale del club – è stato fatto tutto con intelligenza. Questa squadra è partita con un’idea tattica diversa e con altre caratteristiche. Ora abbiamo raffinato la rosa, perfezionandola rispetto al nostro progetto tecnico-tattico e resa più funzionale alla nostra idea di calcio, anche in funzione dei cambi. Abbiamo mantenuto i lati positivi, aggiungendo valore. Ci sono state delle uscite, non giocare non piace a nessuno. Come uomini dispiace per tutti coloro che sono andati via, perché hanno capito; ragazzi che hanno sempre lavorato per il bene del Bari e di questo li ho ringraziati, augurando a tutti il meglio. Ci siamo molto rinforzati inserendo anche un elemento di grande spessore con Laribi che ha portato qualità e quantità. Karim si è catapultato con l’entusiasmo di un ragazzino nel mondo Bari. Corre tantissimo, ma deve razionalizzare le energie. In difesa eravamo corti, ma ora possiamo contare sull’esperienza di Ciofani e sul giovane Pinto, che mi piace molto perché ha un grande potenziale. Maita è una certezza a centrocampo e lo sta dimostrando. Costantino è un giocatore di sostanza, che attacca bene la profondità e ha caratteristiche diverse dai nostri e non dimentichiamo che abbiamo la miglior coppia realizzativa della C».





About Redazione barinelpallone 2792 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*