Bari: solo un pari contro la Cavese. Ad Antenucci risponde Sainz-Maza. La Reggina allunga…



CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) – Il Bari non va oltre l’1-1 a Castellammare di Stabia contro la Cavese e non riesce ancora a fare bottino pieno in trasferta nel girone di ritorno, durante il quale fino ad ora vanta solo 4 pareggi. La formazione di mister Vivarini ha il predominio territoriale per lunghi tratti della gara, ma non riesce ad amministrare il gol di vantaggio siglato da Antenucci nel finale del primo tempo, facendosi sorprendere da Sainz-Maza nella ripresa. Un punto che serve davvero a poco e che permette alla Reggina (vittoriosa nel frattempo contro la Paganese) di allungare nuovamente in classifica.

LE FORMAZIONI
Mister Vivarini conferma a grandi linee la formazione che ha sconfitto domenica scorsa il Picerno con un’unica eccezione. Se infatti in difesa è tutto come al solito, con Sabbione e capitan Di Cesare al centro e Ciofani e Costa sulle corsie laterali (preferito a Perotta, tornato disponibile dopo il turno di squalifica), a centrocampo c’è Bianco ad agire da play, affiancato da Scavone (che vince il ballottaggio con Maita) e Schiavone. Come previsto, in fase offensiva è Laribi a giostrare da trequartista, alle spalle di Simeri ed Antenucci. Rientra Hamlili dopo l’infortunio alla clavicola, ma parte dalla panchina.
Mister Campilongo può contare sul rientro di De Rosa e Cesaretti, che hanno smaltito i rispettivi infortuni, e su quello di Marzorati e Russotto, che hanno scontato la squalifica. Nonostante un problemino patito in settimana, Matino è arruolabile e parte dall’inizio. Lunga invece la lista degli assenti per il tecnico campano. Oltre agli squalificati Germinale e D’Andrea, mancano anche gli infortunati Kucich, Badan, Rocchi, Nunziante, Lulli, Favasuli e Addessi. La coppia centrale difensiva è composta da Marzupio e Marzorati, mentre il cuore del centrocampo è occupato da Bulevardi (che sostituisce proprio all’ultimo Matera, infortunatosi nel riscaldamento) e Casatagna, affiancati da Sainz-Maza e Spaltro. Russotto agisce in attacco alle spalle di Di Roberto.

LA GARA
L’approccio alla gara da parte del Bari è quello giusto. Al 9’ Costa mette un’invitante palla in mezzo su punizione e al centro dell’area è Di Cesare ad arrivare puntuale all’appuntamento col pallone, ma il suo colpo di testa ravvicinato è respinto prontamente di piede da Bisogno. I padroni di casa ripartono spesso con efficacia, ma i biancorossi hanno in mano il pallino del gioco. Scavone si fa ammonire per un fallo  a centrocampo su Russotto, mentre Antenucci e Schiavone tirano alle stelle da fuori area. Quando il primo tempo si sta incanalando verso lo 0-0, i galletti passano in vantaggio. Simeri apre per Schiavone sulla destra e il passaggio filtrante del centrocampista piemontese pesca Antenucci che trafigge il portiere campano in uscita. Prima dell’intervallo, gli ospiti sfiorano anche il raddoppio con Simeri che, servito anche stavolta da un lancio di Schiavone, si difende dal ritorno di Matino, ma stavolta Bisogno non si fa sorprendere.
Al 9’ della ripresa gli aquilotti riequilibrano il risultato. Russotto batte un corner, scambia con Bulevardi e dal vertice sinistro dell’area di rigore lascia partire un potente destro a giro sulla traiettoria del quale irrompe di testa Sainz-Maza, abile ad anticipare Sabbione e a mettere alle spalle di Frattali. Ciofani ci prova di destro, ma la conclusione è deviata in angolo da Ricchi. Al 22’ Di Roberto supera due volte Schiavone prima di lasciar partire un sinistro sul quale ci arriva il nuovo entrato Cesaretti che, tutto solo a pochi passi dalla linea di porta, manda incredibilmente sul fondo, fallendo un’occasione davvero ghiottissima. Vivarini decide che sia arrivato il momento di cambiare qualcosa e inserisce Maita e Terrani al posto rispettivamente di Scavone Schiavone. I pugliesi passano al 4-2-4 e, poco dopo, un tiro cross di Laribi finisce la sua corsa al lato dopo essere sfilato lungo tutto lo specchio della porta avversaria senza che alcun compagno riesca a trovare la zampata vincente. Alla mezzora Russotto impegna da fuori area Frattali che si rifugia in tuffo in angolo e, sul fronte opposto, Laribi dalla destra serve Terrani che però alza troppo la mira di piatto sotto porta. Entra anche D’Ursi al posto di Simeri e sul numero 17 barese deve intervenire subito Marzupio per mandare in corner. Al 42’ Terrani da fuori area costringe Bisogno all’intervento sicuro. Corsinelli e Costantino rilevano Ciofani e Laribi, ma il forcing finale del Bari non frutta il gol sperato. Termina in pareggio mentre la Reggina batte la Paganese. Le lunghezze in classifica tra prima e seconda tornano ad essere 8 e mercoledì sera, nel turno infrasettimanale, il Bari si esibirà ancora in trasferta per fare visita alla Ternana e per cercare di rosicchiare qualche punto alla capolista, ormai in piena volata.

Tabellino
CAVESE-BARI 1-1
CAVESE (4-4-1-1): Bisogno; Matino, Marzupio, Marzorati, Ricchi (dal 19′ st Polito); Sainz-Maza (dal 19′ st Cesaretti), Bulevardi, Castagna (dal 10′ st Matera), Spaltro; Russotto; Di Roberto (dal 32′ st De Luca). A disposizione: Nunziata, Abibi, Mirante, Romano, Cernaz, De Rosa, Montaperto. Allenatore: S.Campilongo.
BARI (4-3-1-2): Frattali; Ciofani (dal 45′ st Corsinelli), Sabbione, Di Cesare, Costa; Schiavone (dal 24′ st Terrani), Bianco, Scavone (dal 23′ st Maita); Laribi (dal 45′ st Costantino); Simeri (dal 32′ st D’ursi), Antenucci. A disposizione: Marfella, Liso, Berra, Perrotta, Pinto, Hamlili, Folorunsho. Allenatore: V.Vivarini.
ARBITRO: sig. M.Gualtieri della sezione di Asti. Assistenti: sig. D.Moro della sezione di Schio e sig. A.Zampese della sezione di Bassano del Grappa.
RETI: al 45′ pt Antenucci (B), al 9′ st Sainz-Maza (C).
AMMONITI: Polito (C); Scavone, Laribi e Bianco (B).
ESPULSI: Cacioli (B) e il tecnico Campilongo (C) per proteste dopo la fine della gara.
NOTE: cielo sereno, terreno in discrete condizioni; spettatori: 2.000 circa; angoli: 6-5 per il Bari; recuperi: 3′ pt e 4′ st.





About Tommaso Di Lernia 482 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*