Bari: a Catanzaro è l’occasione giusta per blindare il secondo posto dopo lo stop del Monopoli.



Il posticipo serale del lunedì consente al Bari di giocare con la consapevolezza di poter sfruttare in maniera fondamentale i passi falsi compiuti da Monopoli e Ternana e guadagnare, in particolare nei confronti dei biancoverdi, un margine di vantaggio tale da blindare definitivamente il secondo posto. Nel pomeriggio rischia molto anche il Potenza, impegnato sul difficile campo di Castellammare di Stabia, ospite della Cavese.


Naturalmente, condizione essenziale è che i biancorossi vadano a Catanzaro a conquistare i 3 punti, come del resto hanno fatto regolarmente tutte le altre, Reggina, Monopoli, Potenza e Ternana.

La squadra di Vivarini deve continuare a fare corsa solitaria, senza guardare alla capolista ma puntando a fare il maggior numero di punti.

Avversario di turno è un’altra grande delusa: il Catanzaro si è staccato dalle prime posizioni sin dall’inizio infilando una serie di sconfitte in trasferta che hanno portato alla sostituzione di Auteri con Grassadonia. Il tecnico è però stato richiamato sulla panchina poco dopo l’inizio del girone di ritorno, all’indomani della doppia sconfitta contro Monopoli e Teramo. Dopo una breve serie positiva di 3 vittorie e un pareggio, però, i giallorossi si sono nuovamente inceppati, collezionando 3 partite perse una dopo l’altra e arrivando a quota 305 minuti di astinenza dal gol.

Il Catanzaro non ha un cannoniere, ma assomiglia più a una cooperativa del gol. Sono infatti ben 16 i marcatori giallorossi che hanno realizzato 39 reti, ai quali va aggiunto il lituano Megelaitis della Sicula Leonzio, autore di un’autorete. Sono 2 i giallorossi che hanno firmato 5 gol a testa, il senegalese Kanouté (1 rigore) e Tulli, seguiti a quota 4 da un terzetto, composto da Bianchimano, Fischnaller e Nicastro. Seguono poi con 3 reti all’attivo Celiento e Giannone (1 rig.) e con 2 un’altra coppia, Tascone e l’ex catanese Di Piazza. Infine chiudono il gruppo in 7, tutti a quota 1: Casoli, Di Livio, De Risio,Favalli, Martinelli, Nicoletti e Riggio.  

Le due squadre si sono incontrate 16 volte sul campo calabrese. Il bilancio è nettamente favorevole ai giallorossi che hanno vinto 6 partite, pareggiate 9 e perse solo 1, segnato 14 gol  e subìti 7. L’unico successo biancorosso risale a 43 anni fa, precisamente al 31 dicembre 1977 quando il Bari si impose per 3-2 sul neutro di Reggio Calabria.  Gli ultimi 2 incontri si erano svolti, sempre in serie B,  circa 15 anni fa e si conclusero con una vittoria di misura dei giallorossi e con un pareggio a reti inviolate. Precedentemente Catanzaro e Bari si erano affrontate 32 anni fa e la gara era finita in parità. Risale invece al 23 dicembre 1934 il primo storico incontro, concluso con il successo dei giallorossi.

La partita sarà diretta dal sig. Matteo Gariglio, iscritto alla sezione di Pinerolo. In Lega Pro arbitra da 4 stagioni e il suo bilancio complessivo è il seguente: 57 partite, 244 ammonizioni, 23 espulsioni e 22 rigori concessi. Non può essere definito “casalingo” in quanto i successi interni sono 25 e rappresentano solo il 44% delle gare dirette, contro 17 pareggi e 15 successi per le squadre impegnate in trasferta. E’ decisamente severo: nel 2018 in L.R.Vicenza-Vis Pesaro (2-1) e in Fermana-Reggiana (2-2) ha mostrato ben 8 volte i cartellini gialli e in 2 partite ha decretato altrettante doppie espulsioni. Per quanto riguarda i rigori, a febbraio 2019 in Triestina-Monza ne ha fischiati 3 in 90 minuti, mentre in altre 3 gare ne ha concessi 2. Una di queste è stata Bari-Monopoli, alla 6^ giornata, unico precedente con i biancorossi. Le presenze con il Catanzaro, sempre in questo campionato, sono invece 2, Catanzaro-Sicula Leonzio 3-1 e Paganese-Catanzaro 1-1.  Nella stagione in corso l’arbitro piemontese ha diretto ben 9 partite nel girone meridionale, 5 nel girone B e nessuna nel girone A.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da  RAISPORT (canale 57 del digitale terrestre) ed  ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “Nicola Ceravolo” alle ore 20.45.





About Peppino Accettura 285 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*